Chiusura Prefettura, Zanardi: «Un altro dietro front del Governo»

«Mi complimento con i politici che si sono battuti per la causa, soprattutto per il nostro territorio, tuttavia sono gli stessi che governano, dunque, mi sembra per loro autoreferenziale il plauso»

Gloria Zanardi

Gloria Zanardi, consigliere provinciale di Piacenza, ha diffuso una nota sulla chiusura della Prefettura di Piacenza: «Un altro dietro front del Governo per quanto concerne la paventata chiusura della Prefettura di Piacenza, tra le 23 che, a livello nazionale, erano coinvolte nel processo di razionalizzazione che interessa gli enti pubblici. Prima é stata la volta della Provincia con la Legge Del Rio, fautrice di un caotico riordino istituzionale, a discapito delle esigenze dei territori. Poi si é passati alle Prefetture, tutto all'insegna dei tagli alla spesa».

«Per quest'ultimo ente - continua la nota - é arrivato il passo indietro che, come al solito, viene annunciato come una vittoria, ma forse non ci si rende conto che il Governo ha fatto tutto da solo: prima con la notizia e poi col dietro front. Mi complimento con i politici che si sono battuti per la causa, soprattutto per il nostro territorio, tuttavia sono gli stessi che governano, dunque, mi sembra per loro autoreferenziale il plauso. Invece ringrazio l'azione efficace dei sindacati che hanno battagliato dal basso per ottenere il risultato. Sono d'accordo nel valutare un'eventuale riorganizzazione tra Prefettura e Questura, tuttavia occorre mantenere sempre in mente che il principio del risparmio della spesa non deve inficiare la priorità di garantire capillarmente sul territorio presidi per la sicurezza, per la legalità, per la gestione dell'ordinario ma soprattutto delle emergenze, in particolare oggi che abbiamo toccato con mano le problematiche dell'alluvione e dell'immigrazione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento