Cimiteri urbani, Piroli e Fiazza (Pd): «A Mortizza superficie dissestata e in città luci votive non funzionanti»

I consiglieri comunali Giulia Piroli e Christian Fiazza (Pd) analizzano le condizioni di alcuni cimiteri comunali di Piacenza

Giulia Piroli

I consiglieri comunali Giulia Piroli e Christian Fiazza (Pd) analizzano le condizioni di alcuni cimiteri comunali di Piacenza. «Il camposanto di Mortizza, un luogo isolato e lontano dalle abitazioni della frazione, giace in una pessima situazione, evidente dalla superficie dissestata, le scrostature nei muri, vari segni evidenti della scarsa manutenzione e, soprattutto, le buche per terra che potrebbero far inciampare i tanti anziani che vi si recano». Spostandosi in città, i due esponenti dem invitano l’amministrazione comunale a intervenire per «ripristinare il funzionamento della totalità di lampade votive nel cimitero urbano in via Caorsana. Stando alle segnalazioni raccolte dai mezzi d’informazione, infatti, certe luci - poste in ricordo dei propri cari con un forte valore simbolico - vanno a intermittenza da mesi, anche con il rischio di un cortocircuito, oppure talvolta ci sono intere pareti di loculi al buio. Il malfunzionamento riguarderebbe in particolare i punti luce installati nei reparti 1 e 2. Nonostante il disservizio, reclamato più volte dai cittadini negli uffici competenti, i famigliari del defunto pagano un abbonamento annuo di diciassette euro per l’accensione delle lampadine. Esortiamo la Giunta Barbieri ad accordarsi con il nuovo gestore privato del cimitero, subentrato a Ireti nel maggio 2017, per risistemare totalmente l’intero impianto elettrico della struttura, attraverso un intervento di manutenzione straordinaria».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento