Cittàcomune: in costruzione uno schieramento "critico" per le Provinciali

Non si sono ancora sciolti i dubbi di Cittàcomune, l'associazione che alle ultime Comunali aveva sostenuto la candidatura di Gianni D'Amo, sulla partecipazione alle elezioni di giugno

"Non siamo obbligati a partecipare", ha spiegato ieri il consigliere, "siamo però consapevoli che c'è l'esigenza di rappresentare molte realtà. C'è un popolo di sinistra oggi orfano, ma mi aspetterei anche voti in libertà del centrodestra". La prossima lista potrebbe così raccogliere voti nell'area di sinistra, "ma ci sono tante realtà interessate".

Durante l'assemblea è stato così allargato il direttivo di Cittàcomune da nove a quindici membri, includendo tra gli altri l'ex consigliere comunale Alessandro Miglioli, il portavoce dei Radicali Giuliano Guidi e Marco Tanzi del mondo cooperativo. Nuova portavoce è stata nominata Lara Zaghi.

"C'è una crisi forte del centrosinistra e in particolare del Partito democratico", ha continuato D'Amo "c'è un problema di radici e di autorevolezza: i partiti non s'inventano. La lista D'Amo è nata all'interno di un contesto dove dalla maggioranza si criticava la mancanza di partecipazione, un certo tipo di gestione del territorio, la battaglia per l'ex Acna e palazzo Uffici. Non credo che il partito dei sindaci sia una soluzione: concentrare il potere in mano a una sola persona con il vuoto attorno della politica è pericoloso".

Come ricordato in Consiglio comunale, "avere cinquanta milioni da distribuire non può non portare problemi: è normale che si finanzi in questo modo un gruppo di potere. E' un momento delicato per chi si colloca nel centrosinistra".

Positivo il giudizio sull'esperienza del "Boiardi 1". "Credo di sentirmi più vicino per il tema della Pedemontana alla prudenza della Provincia che alla baldanza edificatoria degli industriali e pare anche del sindaco Roberto Reggi. Con questo non è vero che sono contro Reggi e a favore di Boiardi: non si sa neppure bene se sarà lui il prossimo candidato del centrosinistra. La Provincia dovrà dare risposte sull'intubamento dei fiumi, sulle biomasse, sul ruolo di pianificazione. Nei prossimi mesi la discussione sarà d'estrema attualità: se attorno a questi temi si riuscisse a costruire uno schieramento "critico" si può ragionare sulla partecipazione alle Provinciali".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento