«Cittadini ubriacati da questa campagna elettorale. Votiamo consapevolmente»

Sandra Ponzini (Passione Civica) nell’appello al voto: «Domenica 11 giugno, non “bevete” quello che vi raccontano le pubblicità elettorali, votate consapevolmente»

“In questa campagna elettorale si è cercato in tutti i modi di “ubriacare i cittadini” che hanno assistito a contraddizioni amministrative, inutili nonsense, promesse irrealizzabili e cambi di rotta continui in base alla platea uditrice dei candidati sindaco. Noi di Passione Civica abbiamo fatto un’altra cosa. In questo contesto, l’unica cosa da chiedere alle piacentine e ai piacentini è di “bere responsabilmente” queste cose, perché di fronte a noi abbiamo anni determinanti per il futuro del territorio, e dei nostri giovani. Noi abbiamo guardato in faccia le persone, e lo abbiamo fatto con un programma concreto, dalla parte dei più deboli, per una città più bella e giusta. E siamo pronti a portarlo avanti a palazzo Mercanti. Domenica 11 giugno, non “bevete” quello che vi raccontano le pubblicità elettorali, votate consapevolmente. Buon voto”. Firmato: Sandra Ponzini e Passione Civica. Ha scelto il più classico dei comizi prima dell’ennesimo volantinaggio in mezzo alla gente la candidata sindaca della civica progressista, Passione Civica appunto, che con tutti i suoi candidati ha distribuito programmi e lettere-appello al voto in città nelle ultime ore prima del “silenzio elettorale”.

“Ci sono piccoli-grandi problemi in questa città – spiega l’insegnante portacolori della civica -. C’è un livello di amministrazione da rivedere, ma bisogna affrontare anche il senso profondo della politica cittadina, che è fatta di scelte strategiche e di direzioni da prendere. Negli ultimi, a Piacenza si sono allontanati i cittadini dalla politica, e ci si ricorda di loro solo in campagna elettorale. Si è scelto di coltivare piccoli gruppi di potere e una sorta di “pensiero unico” che disegna un futuro fumoso per il nostro territorio fatto di basso valore aggiunto del lavoro, poca attenzione all’ambiente, e un livello di partecipazione ai minimi storici. Noi di Passione Civica ci siamo presentati a queste elezioni con un progetto che vuole affrontare i problemi dell’amministrazione, e ridare a Piacenza il ruolo che gli spetta, da protagonista, nelle politiche territoriali di Area Vasta. Serve un piano strategico che guardi ai prossimi 20 anni, che riguardi cittadini, categorie economiche e sociali. Serve senso di responsabilità e collaborazione, serve il nuovo spirito civico che cerchiamo di proporre noi di Passione Civica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento