Commercio Ue-Canada, Rancan (Lega Nord): «Sacrificati anche i salumi piacentini»

«L’Emilia Romagna ha sciupato l’occasione di invitare il Governo italiano a sospendere l’iter parlamentare per l’approvazione del Ceta. Purtroppo, a pagare gli effetti di questo nefasto accordo transcontinentale saranno le economie territoriali e i loro operatori». È il commento del consigliere regionale Matteo Rancan della Lega Nord sulla bocciatura, da parte del Partito Democratico, della risoluzione con la quale il Carroccio chiedeva all’amministrazione Bonaccini di prendere posizione contro il Comprehensive Economic and Trade Agreement (Ceta), l’accordo di libero scambio tra Canada e Unione Europea, che i singoli paesi dell’Ue sono chiamati a ratificare. «L’opposizione di un solo paese – attacca -, in questo caso l’Italia, è sufficiente ad annullare l’intesa. Invece il PD in Regione non ha avuto il coraggio di schierarsi contro, in quanto forza politica al servizio delle multinazionali e lontano dagli imprenditori del territorio, che rappresentano l’anima della nostra economia soprattutto in campo agroalimentare. Sfortunatamente, saranno sacrificati anche i tre salumi Dop piacentini, non inclusi negli accordi commerciali».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento