Commissione 1, Domeneghetti (Fd’I) al posto di Bertolini alla presidenza

Staffetta in Fratelli d’Italia per la presidenza della commissione 1 dopo le dimissioni di Filippo Bertolini. Al suo posto Nicola Domeneghetti, il nuovo vice è Giancarlo Migli (tutti di Fd’I)

Nicola Domeneghetti. Sotto, Giancarlo Migli e Filippo Bertolini

A poche ore dalla rinuncia al ruolo di capogruppo del Misto di Michele Giardino (sarà probabilmente sostituito da Mauro Saccardi) è da registrare un altro avvicendamento nell’assetto istituzionale del Comune di Piacenza. Ha dato le dimissioni da presidente della commissione 1 Filippo Bertolini – per motivi di lavoro, preferendo concentrarsi nel ruolo di semplice consigliere -, rappresentante di Fratelli d’Italia. Con i voti di tutto il centrodestra (compresi sia il leghista Nelio Pavesi che il liberale Antonio Levoni, l’opposizione si è astenuta) è stato sostituito con il collega di partito Nicola Domeneghetti, che era già vicepresidente (insieme al leghista Eugenio Barbieri). Giancarlo Migli, capogruppo di Fd’I lo ha sostituito a sua volta alla vicepresidenza. «Mi dedicherò con serietà e impegno a questa Giancarlo Migli Filippo Bertolini-2commissione», ha dichiarato il neo presidente Domeneghetti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questa maggioranza – ha esordito Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune) - di nuovo elegge presidente un suo componente. Ci sono 4 presidenti e 8 vicepresidenti tutti della stessa parte. Un gesto spontaneo di offerta di un ruolo all’opposizione sarebbe gradito. Ma la maggioranza continua ad arroccarsi». «Voto a favore – ha preso la parola Antonio Levoni (Liberali Piacentini) - ma sono in difficoltà. Stimo la persona, ma non si è discusso con noi Liberali né di Migli né di Domeneghetti. E Fratelli d’Italia ha già la presidenza, ora si prende pure la vicepresidenza». «Fa bene Levoni – è il parere di Giorgia Buscarini (Pd) - a segnalare l’importanza di coinvolgere la minoranza. Però si eviti tutte le volte di levare gli stracci interni in commissione e in Consiglio, c’è sempre qualcuno della maggioranza non consultato a ogni nomina». «Migli e Domeneghetti sono due consiglieri degni – ha detto Massimo Trespidi (Liberi) – ma i voti di Levoni vanno bene alla maggioranza solo per approvare il bilancio? Quando si tratta di fare delle scelte i Liberali non fanno mai parte della maggioranza». «C’è una cecità nel non ammettere che chi sta governando la città – ha rilevato anche Andrea Pugni (Movimento 5 Stelle) - fa proprio fatica e condividere qualcosa con gli altri. Non accade mai. I Liberali sono decisivi per i voti ma non vengono mai consultati, ci vorrebbe chiarezza sul loro ruolo nella maggioranza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Identificato l'operaio ucciso dal crollo di un silos. Forse il cedimento di un sostegno la causa della tragedia

  • Crolla un silos, 50enne muore schiacciato

  • Altoè, 55enne muore alla guida dell'auto

  • Famiglia piacentina coinvolta in un incidente a Bolzano, grave un bambino

  • Caso Levante, spuntano nuovi indagati

  • Omicidio Elisa, per Massimo rito abbreviato subordinato alla perizia psichiatrica

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento