Commissione welfare, Reggiani (Pd): «Doveroso portarla a termine»

Il gruppo Pd si rivolge al presidente Polledri: «Disponibili ad incontrarci in maniera gratuita in questi giorni per arrivare a una conclusione sul documento finale»

Annalia Reggiani (Pd)

Il Pd prova a far uscire dall'impasse la commissione welfare, arenata da mesi. L'organismo, che doveva rimanere operativo per 4 mesi, poi diventati sei, è fermo dai primi di aprile, senza essere arrivato alla stesura di un documento finale sul sistema di welfare del comune di Piacenza. Ora i commissari del Partito Democratico si rivolgono al presidente Massimo Polledri (Lega Nord) per lanciare una proposta, prima della tradizionale pausa estiva di agosto. «Ieri pomeriggio – informa il vicepresidente della commissione stessa, il consigliere del Pd Annalia Reggiani - ho inviato al consigliere Massimo Polledri una missiva, chiedendo di fissare una data (entro i primi venti giorni del mese di luglio) per l’incontro dei membri della Commissione allo scopo di terminare la stesura del documento nelle parti condivise e l'integrazione dello stesso con quanto già ricevuto dai vari gruppi politici relativamente ai punti che non hanno trovato condivisione comune. Poiché peraltro tale riunione non potrà avvenire in convocazione formale essendo la proroga scaduta, confermo in ogni caso la disponibilità mia e degli altri consiglieri Pd membri della Commissione ad effettuare l'incontro, eventualmente in sala Cappelletti o in altro locale comunale) in maniera gratuita».  

«Mi preme evidenziare che la necessità di portare i lavori a compimento è emersa più volte tra i commissari del mio gruppo negli ultimi mesi: il gruppo Pd ha infatti già da parecchi mesi provveduto a redigere un documento che, (come emerso in sede di ultima convocazione) potrebbe essere la base delle proposte condivise. Credo sinceramente che a fronte del tempo e dell'impegno investito da noi commissari e dei costi che questa commissione ha comportato per il Comune (e quindi per i cittadini) sia doveroso portarla a conclusione». La richiesta del Pd inoltrata da Reggiani sembrava avere trovato una conferma da Polledri per un incontro ristretto per la stesura del documento "pre" finale. «Il definitivo documento – commenta Reggiani - verrebbe comunque rimandato ad un'ultima convocazione della commissione (che peraltro non sarebbe possibile, visto che la proroga è scaduta ormai mesi fa...). Che dire: “eppur si muove”».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento