rotate-mobile
Politica

Ristrutturazione dei monumenti, Peri a Pollastri: “Niente soldi dalla Regione”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

Chiedeva, con un’interrogazione, un impegno economico da parte della Regione per interventi di restauro dei beni monumentali il Consigliere Regionale Andrea Pollastri (PdL) ma la Giunta di Viale Aldo Moro, per bocca dell’Assessore al’Urbanistica Alfredo Peri, ha risposto picche, almeno per il momento.

“Castelli, palazzi ed edifici storici – aveva scritto Pollastri - costituiscono un’importante ricchezza storico-monumentale per la nostra Regione, nonché un forte attrattore turistico ma le spese per manutenzione e restauro sono molto elevati ed appaiono difficili da sostenere, specialmente se i proprietari sono Enti Pubblici, già sottoposti a ridimensionamenti di bilancio.”

“Vi è l’effettivo rischio – aveva denunciato - che parte di questi beni risultino fortemente compromessi, talora anche irrimediabilmente, ovvero versino in uno stato di degrado.”

Per questo Pollastri invitava la Regione a rifinanziare la Legge n. 16/02 “Norme per il recupero degli edifici storico-artistici e la promozione della qualità architettonica e paesaggistica del territorio”, dando vita ad un nuovo Programma: l’ultimo realizzato, infatti, risaliva al biennio 2006-2007.

 “Dopo la approvazione del Programma 2006/2007 – ha risposto Peri - sono stati emanati tre bandi attuativi, a seguito dei quali sono stati assegnati contributi regionali per euro 14.588.482, di cui euro 7.456.880 per interventi di recupero e architettura contemporanea, 2.158.969 per interventi di eliminazione delle opere incongrue, ed euro 4.972.633,25 per interventi di riqualificazione di spazi pubblici in comuni fino a 5.000 abitanti; nel 2009 è stato rifinanziata con ulteriori 5.000.000 di euro la graduatoria relativa agli interventi di restauro degli edifici pubblici, portando quindi le risorse complessivamente investite su questi programma a quasi 20 milioni di euro. Il totale degli investimenti pubblici, considerati i cofinanziamenti locali per la copertura complessiva dei costi degli interventi, si stima intorno ai 60 milioni di euro distribuiti su 131 interventi.”

“I ritardi legati al reperimento delle risorse da parte del Ministero dei Beni Culturali e degli Enti Locali, ma anche la necessità di trovare fondi da parte della Regione stessa, – ha proseguito l’Assessore - hanno indotto ad attendere prima di attivare un nuovo Programma.”

“Sottolineando comunque che la valorizzazione del patrimonio culturale debba rimanere tra le finalità dell'azione regionale, anche per le sue ricadute sullo sviluppo economico e sociale,  – ha chiosato Peri - si auspica che nei prossimi anni siano disponibili risorse da dedicare all'attuazione di un nuovo Programma della Legge 16/02.”

“Quindi – ha commentato Pollastri – per ora solo buone intenzioni ma nessuna certezza e nessun impegno concreto, nel frattempo si avvicina l’EXPO 2015, quando la nostra Regione dovrebbe presentarsi al massimo ella propria attrattività, e le strutture subiscono ulteriori ammaloramenti dovuti al passare tempo: se davvero si crede che la cultura ed il turismo siano motori del rilancio economico e sociale della nostra Regione lo si deve anche mettere in atto nei fatti, prevedendo per tempo risorse laddove servono e dando la giusta priorità agli interventi necessari, come quelli volti a preservare i monumenti che, insieme a paesaggio, accoglienza ed enogastronomia e tipicità, costituiscono la forza del nostro territorio.”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristrutturazione dei monumenti, Peri a Pollastri: “Niente soldi dalla Regione”

IlPiacenza è in caricamento