rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica

Bersani: «Noi primi senza vincere. Grillo ci dica cosa vuol fare»

Faccia scura e viso tirato per Pier Luigi Bersani che in conferenza stampa a Roma parla per la prima volta dopo i risultati delle urne: «Serve un Governo da combattimento. M5S? Dicano cosa vogliono fare»

The day after. Pier Luigi Bersani parla in conferenza stampa a Roma, il primo commento dopo i risultati elettorali del 24-25 febbraio: «E' chiaro che chi non riesce a garantire governabilità non può dire di aver vinto. Non abbiamo vinto anche se siamo arrivati primi e questa è la nostra delusione. Questa cosa non avverrebbe in altri Paesi dove un voto del genere avrebbe garantito comunque la governabilità. Per noi non è così e credo che da questo si capirà chi ha voluto impedire la riforma della legge elettorale, non certo noi». Ha il volto tirato il segretario del Pd e tra una domanda e l'altra beve bicchieri d'acqua.

«C'é stato un rifiuto della politica così come si è presentata in questi anni, di istituzioni inefficienti e di una politica apparsa moralmente non credibile. Ammonisco su un punto, il bicchiere va letto dai due lati noi siamo stati un punto di tenuta. Non ci sfuggono i rischi del paese sia chiaro, ma responsabilità è sinonimo di cambiamento. Non siamo qui a gestire per gestire. La nostra aspirazione non è una diplomazia con uno o con l'altro né discorsi a tavolino ma alcuni punti fondamentali di cambiamento, un programma essenziale da presentare al Parlamento per una riforma delle istituzioni, della politica, a partire dai costi e dalla moralità».

«Ho sempre detto che la ruota deve girare nel congresso del 2013, non abbandono la nave, dopodiché io posso starci da capitano o da mozzo». Così risponde ad una sua ipotesi di dimissioni da segretario Pd.

Sul Movimento 5 Stelle: «So che fin qui hanno detto 'tutti a casa', ora ci sono anche loro, o vanno a casa anche loro o dicono che cosa vogliono fare per questo paese loro e dei loro figli». Sul Pdl e Berlusconi: «Ci confronteremo ma non penso che atteggiamenti diplomatici corrispondano al cambiamento che dicevo, dobbiamo ribaltare lo schema, non credo che il paese tolleri balletti di diplomazia. Si riposassero».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bersani: «Noi primi senza vincere. Grillo ci dica cosa vuol fare»

IlPiacenza è in caricamento