rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Conferenza sociosanitaria, Calza eletta presidente. Fontana e Gandolfi i vice

Trovato l'accordo tra i sindaci di centrosinistra e centrodestra. Calza all'unanimità, a patto che i vice siano due (e di centrodestra) per rappresentare tutto il territorio e i due distretti sanitari

Dopo le polemiche di quindici giorni fa e la seduta “saltata” di giovedì scorso – e un conciliabolo da Prima Repubblica infinito terminato alle 10 di questa mattina – prende finalmente forma la composizione della nuova Conferenza sociosanitaria. Sarà Patrizia Calza, sindaco di Gragnano e vicepresidente della Provincia, a raccogliere il testimone dall’ex sindaco di Fiorenzuola Giovanni Compiani. «Ringrazio i colleghi per la fiducia che hanno riposto nella mia persona – ha detto la neo presidente, eletta all’unanimità -. È un incarico importante, ma so benissimo che è molto gravoso. Ne avrei fatto volentieri a meno, ma accetto la proposta per senso di responsabilità. Ciascuno di noi avrebbe potuto ricoprire questo incarico per competenze, ma la politica ha trovato unità sulla mia figura. Ho pensato allora che fosse mio dovere accettare questo ruolo. Spero che lo spirito di condivisione e collaborazione di oggi continui. Sono certa che si sarà dialogo».

Il centrodestra ha votato Calza a patto che venga allargata la vicepresidenza. Non uno, ma due vice: saranno il sindaco di Castelsangiovanni Lucia Fontana e quello di Fiorenzuola Romeo Gandolfi. «L’incontro concitato di due settimane fa – ha spiegato il primo cittadino di Lugagnano Jonathan Papamarenghi - ha fatto rilevare un aspetto su cui da tempo puntiamo il dito. Gli enti di secondo livello devono avere una condivisione trasversale e di rappresentanza di tutto il territorio. Volevamo trovare una quadra per condividere con tutti i sindaci le partite del territorio. C’è una riorganizzazione sociosanitaria in corso dell’Ausl, così bisogna affrontare il tema, garantendo rappresentanza al territorio. Se questa c’è, possiamo chiudere il discorso. In quest’ottica, per garantire ciò, ci vuole una doppia vicepresidenza per rappresentare entrambi i distretti. Dal punto di vista simbolico è importante». La sua proposta è stata accolta: il regolamento della conferenza verrà modificato per ufficializzare l’elezione – anche questa unanime – per i due vicepresidenti, legati al centrodestra». Rolleri centrodestra-2

A tessere le fila degli accordi il presidente della Provincia Francesco Rolleri e il sindaco di Piacenza Paolo Dosi. «Avremmo voluto raggiungere l’obiettivo – ha precisato Dosi - già l’altra volta. Vorremmo offrire al nostro territorio una risposta concreta e pratica. I ruoli che già da oggi usciranno da questa riunione, sono ruoli di servizio, non sono posti che hanno particolari riconoscimenti sotto il profilo politico ed economico. C’è una corresponsabilità collettiva per valutare le candidature. Questo ruolo viene sollecitato in caso di emergenze e su scelte non facili da prendere. Siamo alle prese con i problemi più diversi che riguardano il territorio». «Ci sono sul tavolo problemi seri per tutte le vallate – ha detto Roberta Battaglia, sindaco di Caorso – la mia ha due ospedali da riorganizzare e le Case della Salute. Appoggerò la presidenza e l’ufficio di presidenza, spero che le riunioni vengano convocato più spesso. Io farò dalle battaglie». 

«È stato un parto un po’ complicato dopo la “carrambata” di due settimane fa – è il parere della neo vice presidente Fontana, che proprio due settimane fa si era rifiutata di ricoprire la carica di presidente: a detta sua aveva scoperto il volere del centrosinistra solo pochi istanti prima del voto, che poi venne rimandato -. A Calza va la mia stima come donna, sindaco e professionista. Oggi ha prevalso il senso di responsabilità. Ci sarà collaborazione e un attento di studio su ciò che l’azienda Ausl ci sottoporrà. Anche contrapposizione laddove sarà necessario, nell’interesse di tutti i cittadini, per ottenere una buona riorganizzazione della rete ospedaliera». «Ottantamila utenti gravitano sul nostro ospedale a Fiorenzola – ha invece dichiarato Gandolfi, spostando l’attenzione già su alcuni temi -. Non possiamo dirottarli altrove. La sola provincia di Piacenza a livello regionale - l'unica - sono diminuiti dal 1 di luglio i farmaci di fascia “C” come i lassativi prima erano a carico dell’azienda, ora sono a carico degli utenti. Noi difenderemo le fasce più deboli. Sappiate che a Fiorenzuola è in corso una rivoluzione democratica, proletaria e socialista: stiamo pensando a tutti, perché ci si è dimenticati che per creare il lavoro ci vuole sviluppo economico».

La segreteria organizzata della Conferenza sarà a Fiorenzuola, mentre il nuovo ufficio di presidenza sarà composto anche dal sindaco di Gossolengo Angelo Ghillani, Sandro Busca di Bettola, Manola Gruppi di Pontenure, Francesco Rolleri (Provincia e Vigolzone), Romeo Gandolfi, Romano Freddi di Villanova, Gabriele Girometta di Cortemaggiore, Lucia Fontana, Roberto Pasquali di Bobbio, Giancarlo Tagliaferri di San Giorgio.

Patrizia Calza conferenza sociosanitaria-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conferenza sociosanitaria, Calza eletta presidente. Fontana e Gandolfi i vice

IlPiacenza è in caricamento