Consegna della posta a giorni alterni, Foti: «E' un flop, la Giunta tuteli l'efficienza del servizio»

Il consigliere regionale: «Risultati del tutto insoddisfacenti anche in Emilia-Romagna»

“Quali le azioni poste in essere dalla Giunta, alla luce del permanere di una situazione non più tollerabile, affinché, come da disposizioni comunitarie, Poste italiane rispetti i principi di universalità ed efficienza del servizio?”. A chiederlo, in un’interrogazione alla Giunta, è Tommaso Foti (Fdi-An).

La consegna a giorni alterni della corrispondenza, precisa il consigliere, “consegue, anche in Emilia-Romagna, risultati del tutto insoddisfacenti: è sintomatico il fatto che nel recente periodo natalizio la corrispondenza è stata distribuita con gravissimi ritardi e per il recapito di una raccomandata sono occorsi anche quindici giorni, mentre le bollette, oramai costantemente, vengono consegnate ai destinatari a data scaduta”.

L’Assemblea legislativa, conclude il capogruppo di Fratelli d’Italia, “ha approvato più atti di indirizzo con i quali s’impegnava la Giunta a intervenire sul Governo affinché Poste italiane rispettasse i principi sui quali si fonda l’universalità del servizio e, quindi, si individuasse un percorso equilibrato che, da una parte, garantisse la sostenibilità della prestazione e, dall’altra, assicurasse l’effettuazione dello stesso secondo criteri di universalità ed efficienza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento