Consiglio comunale, Michele Giardino lascia Forza Italia ed entra nel Gruppo Misto

Il consigliere comunale lascia il gruppo di appartenenza a poche ore di distanza dalla ristrutturazione dei vertici del partito, che non lo vedono coinvolto insieme ad altri azzurri

Michele Giardino, ora nel Gruppo Misto

Non è evidentemente andata giù al consigliere comunale Michele Giardino la distribuzione degli incarichi del suo partito, Forza Italia, a livello provinciale e comunale. Nelle scorse ore il coordinatore provinciale azzurro Jonathan Papamarenghi ha comunicato alla stampa l’organigramma del partito, ristrutturato. Nel lungo elenco di nomi non compaiono alcuni esponenti in vista di Forza Italia, come il vicesindaco di Caorso Fabio Callori o Gianluca Argellati. Tra questi, anche lo stesso Giardino, dal 2017 consigliere comunale di Forza Italia a Piacenza. Nella giornata di oggi Giardino ha così presentato le sue dimissioni, chiedendo di passare al Gruppo Misto, dove farà compagnia a Gloria Zanardi (anch’essa con un passato in Forza Italia). «Passo al Gruppo Misto ma resto politicamente all’interno della maggioranza – scrive Giardino nella missiva che ha indirizzato al Comune di Piacenza - che sostiene il sindaco Patrizia Barbieri e la sua Giunta». 

Per Forza Italia l'addio fa rumore. «Ho avvertito da tempo la sensazione – ha poi commentato a margine lo stesso consigliere - di non essere reputato all’altezza dell’importante progetto politico che Forza Italia si è dato a Piacenza. Dopo le recenti nomine fatte dal Commissario Papamarenghi e la selezione di personalità di primissimo livello da egli compiuta, ne ho avuto la certezza. L’obiettivo – a livello provinciale – di rilanciare il partito, di rinnovare i suoi quadri direttivi e di ricucire le varie anime in dissidio è davvero ambizioso e richiede l’impegno dei migliori. È diritto-dovere di un leader circondarsi di quelle risorse che per serietà, preparazione e credibilità possano aiutarlo a tagliare il traguardo prefissato. Con un atto di intelligenza tout court, prima che di intelligenza politica, prendo coscienza di non essere ritenuto adeguato allo scopo. Lascio quindi il gruppo consiliare di Forza Italia e transito nel gruppo misto. Ciò consentirà ai colleghi del gruppo di Forza Italia di svolgere al meglio la loro azione amministrativa e al sottoscritto di onorare più liberamente l’impegno assunto con i propri elettori. Mi dimetto dall’incarico di vicepresidente della Commissione consiliare n. 3 – Servizi sociali, cultura e sport. Resto politicamente all’interno della maggioranza che sostiene il sindaco Patrizia Barbieri e la sua Giunta. Resto tesserato di Forza Italia, i cui valori liberali, cattolici e di moderazione politica mi appartengono ancora e nonostante tutto».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento