Consiglio amministrazione Consorzio Bonfica, Foti: «Il comitato tenta di escludere una lista»

Foti (Fdi-An): «E' scaduto il termine per la presentazione delle liste per l'elezione del consiglio d'amministrazione del Consorzio di Piacenza, ma a tutt'oggi non è dato di sapere quali siano state ammesse alle elezioni del 13 e 14 dicembre». Il consigliere rileva che da «Voci di corridoio raccolte all'interno del palazzo dell'Agricoltura di Piacenza, si farebbe risalire questa inadempienza del comitato amministrativo al tentativo di escludere una lista regolarmente presentata»

Tommaso Foti

La Giunta «Anche a tutela della regolarità del procedimento elettorale, intervenga con urgenza affinché, entro la giornata odierna, il comitato amministrativo del Consorzio di bonifica di Piacenza si pronunci sull'ammissione o meno delle liste presentate per l'elezione del consiglio di amministrazione, in attuazione di quanto disposto dall’articolo 16 della Legge regionale 42/1984»: a chiederlo, in una interrogazione alla Giunta, è Tommaso Foti (Fdi-An).

L'articolo 16 della L.r. 42/1984, si legge nel documento «Disciplina le modalità per l'elezione dei componenti il consiglio di amministrazione dei Consorzi di bonifica». Il 23 novembre «E' scaduto - sottolinea il consigliere - il termine per la presentazione delle liste per l'elezione del consiglio d'amministrazione del Consorzio di Piacenza, ma a tutt'oggi non è dato di sapere quali siano state ammesse alle elezioni del 13 e 14 dicembre».

Foti rileva che da «Voci di corridoio raccolte all'interno del palazzo dell'Agricoltura di Piacenza, si farebbe risalire questa vera e propria inadempienza del comitato amministrativo del Consorzio al tentativo di escludere una lista regolarmente presentata, adducendo che per molti dei sottoscrittori risulta autenticata la firma, anziché essere allegata la fotocopia del documento d'identità».

«Appare evidente - incalza il capogruppo Fdi-An - che l'ammissione di una lista elettorale non può essere differita a piacere da parte del soggetto deputato a pronunciarsi al riguardo». Lo stesso Consiglio di Stato, conclude, nel 2002 «Ha deliberato sulla necessità che trascorra un termine di quindici giorni tra la pubblicazione delle liste dei candidati, divenute intangibili, e la data delle elezioni risponde a un’esigenza non comprimibile di pubblicità. Solo in questo modo, infatti, è possibile, al corpo elettorale, prendere cognizione per tempo di chi siano i candidati eleggibili, consentendo cosi` lo svolgimento di quel colloquio politico tra elettori ed eligendi sul quale si fonda l’equilibrio democratico».

 Tutti gli atti consiliari – dalle interrogazioni alle risoluzioni, ai progetti di legge – sono disponibili on line sul sito dell’assemblea legislativa al link: https://www.assemblea.emr.it/attivita-legislativa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento