Contenziosi, il Comune: «L’82% delle sentenze ci vede vincitori»

Il vicesindaco Baio: «Nel 2020 su 75 sentenze che riguardavano l'ente in 62 casi giudizi a nostro favore»

Il vicesindaco Elena Baio

«Il Comune di Piacenza ha visto giudizi favorevoli nei suoi confronti nell’82 per cento dei casi». Il vicesindaco Elena Baio ha fornito questo dato durante la seduta di Consiglio comunale dell’11 gennaio. Durante la seduta il Consiglio ha approvato un debito fuori bilancio relativo a quattro sentenze che hanno visto l’ente soccombere in giudizio e condannato a pagare le spese processuali. Si tratta di poco più di 4mila euro per quattro sentenze passate in giudicato. Nell’esaminare la pratica il vicesindaco Baio ha voluto però precisare che la stragrande maggioranza delle cause vede il Comune – rappresentato e difeso dalla sua avvocatura e, in alcuni casi, da professionisti esterni - ottenere il giudizio favorevole della Giustizia. «Nel 2020 sono arrivate 75 sentenze – ha spiegato Baio – e in 62 casi il giudizio è andato a nostro favore. La percentuale così è dell’82 per cento, in linea con l’andamento degli scorsi anni».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento