«Convegno cannabis: iniziativa inopportuna, politica e scientificamente sbagliata»

Annalia Reggiani, segretario del circolo Pd città di Piacenza: «Sbagliato condannare chi ha protestato»

Un momento della protesta

«Con riferimento all'esito del convegno "l'erba della morte", spiace leggere le parole dell'assessore Polledri che annuncia pubblicamente indagini della Digos per "punire" i responsabili delle contestazioni». 
Lo afferma in una nota Annalia Reggiani, segretario del circolo Pd città di Piacenza. «Se legittimo è esprimere le proprie valutazioni sull'opportunità o meno delle manifestazioni di dissenso verificatesi durante il convegno - scrive - così lo è anche giudicare inopportuna, scientificamente non corretta e in realtà squisitamente politica l'iniziativa del Comune;  sicuramente anticostituzionale è invece condannare le grida, i fischi e gli applausi ironici, le "bolle di sapone" con cui liberi cittadini hanno risposto. La libertà di parola, la stessa che ha concesso all'assessore comunale, al Senatore Pillon e agli altri soggetti relatori di esprimere la loro visione, deve necessariamente consentire in un Paese libero come il nostro a chiunque di manifestare con qualsiasi modalità (ad eccezione che con insulti o violenza, sempre vietati) il proprio dissenso. Non ignorando semplicemente il convegno, come suggerisce l'assessore, ma proprio partecipandovi ed esprimendo  ad alta voce la propria contrarietà. Questo principio è alla base di uno stato democratico e preoccupa molto che proprio chi dovrebbe rappresentare lo stato a livello locale non lo tenga nella massima considerazione». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento