Politica

«Cooperativa S. Martino rispetti lavoratori», interrogazione di Murelli (Lega) al Ministro Orlando

La deputata chiede «iniziative con cui garantire che la Cooperativa applichi correttamente il Contratto collettivo nazionale di lavoro»

(repertorio)

«Dignità e parità di trattamento per i dipendenti della Cooperativa San Martino. Inaccettabili le condizioni lavorative e salariali alle quali sono sottoposti. Sfruttamento, pressioni, sanzioni disciplinari. Ora basta. Dopo le manifestazioni avvenute nei giorni scorsi, ho presentato un'interrogazione al Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, per sollecitare iniziative con cui garantire che la Cooperativa applichi correttamente il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro ed eliminare le disparità di trattamento tra chi è assunto da quest'ultima e chi, invece, direttamente da Ikea Piacenza». Così la deputata piacentina della Lega, Elena Murelli, membro della commissione Lavoro della Camera. «Per esempio - sottolinea Murelli - un lavoratore della logistica, che guadagna in media dai 1.200 ai 1.300 euro al mese, se è assunto direttamente da Ikea paga 1,5 euro per il pasto, mentre se lavora per la Cooperativa San Martino ne paga 4. E ancora. Una dipendente, che da 20 anni lavora nel magazzino Ikea come carrellista con un figlio di nove anni da mantenere, a marzo 2020 ha contratto il Covid-19, rimanendo a casa da lavoro. Risultato? A marzo ha incassato circa 580 euro, quelli riconosciuti per legge ed erogati dall’Inps, non avendo ricevuta alcuna integrazione. Così non va affatto bene».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Cooperativa S. Martino rispetti lavoratori», interrogazione di Murelli (Lega) al Ministro Orlando

IlPiacenza è in caricamento