Crocifisso: la Lega firma manifesti, per il Pd inutile strumentalizzazione

Il Carroccio ha tappezzato Piacenza e parte della provincia con i manifesti 6x3 in difesa del crocifisso nei locali pubblici. Sotto la scritta “Cosa ho fatto di male?”. Il Partito Democratico: inutile strumentalizzazione, le trovate di Polledri non giovano né alla cultura né alla religione

Ce ne sono in via Caorsana, al PalaBanca, all'Expo e in altri punti visibili della città. Sono i manifesti che la Lega Nord ha fatto preparare e affiggere dalla ditta Sagit, in difesa del crocifisso messo al bando dai locali pubblici da una sentenza della Corte Europea. E per lunedì sono attese nuove affissioni, anche in provincia, dove già ci sono i cartelloni in via Roma a Rivergaro. Spazi pubblicitari 6 metri per 3 sui quali si staglia il Crocifisso di Michelangelo su fondo nero, con la provocatoria scritta “Che ho fatto di male”?

I manifesti sono lì da qualche giorno, vengono letti, scuotono le coscienze o stimolano alla riflessione. Per il segretario provinciale del Partito Democratico, Paolo Botti, la riflessione però è amara: “La Lega continua un'opera di strumentalizzazione che non trova appiglio né da un punto di vista culturale né con un sentimento religioso. Il sentimento religioso, secondo me, non passa attraverso le campagne che fa il Carroccio”.
  Domani gazebo per le firme anche ad Agazzano, domenica 22 a Castelvetro e il 29 a Piozzano  

Un punto, comunque, è condiviso super partes: il crocifisso non ha fatto nulla di male e va difeso contro una sentenza definita a più voci “ingiusta”. Il leghista Polledri si batte a suon di manifesti e continua a raccogliere firme con i gazebo, il democratico Botti condanna comunque la decisione della Cedu e lo fa a mezzo stampa: “Prima ancora che un simbolo religioso è un simbolo che appartiene alla nostra storia e alla nostra cultura” dice al telefono a Il Piacenza. 

“Il crocifisso” continua Botti “non è un segno di esclusione e di divisione nei confronti di altri simboli religiosi o verso qualcuno che non si riconosce in quella fede: è piuttosto il simbolo di quei valori condivisi  e di coesione che sono alla base  della Comunità europea”.

crocifisso-b1


crocifisso-b2

crocifisso-b3




Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento