menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Cugini

Stefano Cugini

Cugini (Pd) chiede ai cittadini di suggerire una priorità per il Comune di Piacenza

Inedito sondaggio online lanciato dal capogruppo del Pd in Consiglio, che chiede ai piacentini di dire la loro, indicando l’esigenza più importante per la città

«Una sola scelta: il tema che più ti sta a cuore. Sei sindaco di Piacenza per un giorno. Senza limiti di spesa ma con una sola scelta a disposizione. Qual è la tua priorità?». Stefano Cugini, capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale, lancia una petizione online sul suo sito (www.stefanocugini.it), rivolto all’elettorato del centrosinistra piacentino, ma non solo. Il portavoce piddino a Palazzo Mercanti ha proposto questo sondaggio online, per “saggiare” le esigenze percepite dalla popolazione cittadina. Il sondaggio di Cugini è stato pubblicato nei giorni scorsi e ha già raggiunto duecento indicazioni. «Sono partito – precisa il suo intento il capogruppo dem - dal presupposto che un sindaco non ha la lampada di Aladino e deve fare scelte che inevitabilmente accontentano qualcuno e scontentano altri. Mi è piaciuta l'idea di forzare un po' la mano costringendo a un'unica opzione possibile, sperando di favorire una certa immedesimazione in un meccanismo complesso. Troppo facile dire che bisogna intervenire su tutto. Diverse persone infatti mi hanno scritto lamentando la difficoltà di non avere più possibilità da esprimere. Ma il gioco stava proprio lì. In fondo ora, con il mio campione di risposte, ho in qualche modo in mano la priorità delle priorità dei piacentini. È stato un modo divertente per dar voce a chi magari aspettava un'occasione per dire la sua».

Diversi i temi suggeriti dal capogruppo nel suo “test”. Ambiente: aria, acqua, terra (zero consumo suolo, + verde e meglio mantenuto, raccolta puntuale dei rifiuti, valorizzazione fiume Po); Anziani: spazi e servizi (contrasto alla solitudine, invecchiamento attivo, incentivi alla domiciliarità); Arte, cultura, turismo: tutela e valorizzazione del patrimonio, eventi e promozione del territorio, marchio Piacenza; Coesione sociale: educazione civica, scuola, legalità, pari dignità, anti discriminazione;

Decoro urbano: strade in ordine, città pulita, riduzione barriere architettoniche; Frazioni: più attenzione alle periferie, migliori collegamenti con il centro; Giovani e famiglie: aggregazione, sport giovanile, cittadella della musica, aree attrezzate per sport all'aperto, agevolazioni, incentivi; Mobilità: ztl larga, centro storico pedonalizzato, bicipolitana, trasporto pubblico gratuito; Onestà, trasparenza, semplificazione: lotta ai furbi, agli evasori fiscali, a chi non paga i servizi, meno burocrazia, rispetto delle regole; Sanità: potenziamento servizi ospedalieri e territoriali, casa della salute, centri di ricerca, riguardo alla disabilità; Sicurezza: Polizia Locale di quartiere, rete telecamere, gruppi di vicinato; Sviluppo economico: politiche per il lavoro, economia sostenibile, commercio di vicinato, centri direzionali, ricerca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Economia

Patate, in Appennino quelle di qualità sono di casa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento