«Dalla Regione 100mila euro per assicurare i migranti. E ai disoccupati?»

Il consigliere regionale Tommaso Foti spiega nell'atto che i fondi serviranno per far svolgere attività socialmente utili a "richiedenti asilo che vedranno le proprie domande respinte perché semplici migranti economici"

La Regione stanzierà 100mila euro per le coperture assicurative di 4mila richiedenti asilo impegnati in lavori socialmente utili. Denaro che, secondo Tommaso Foti consigliere regionale di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale, sarebbe “speso inutilmente” visto che i richiedenti asilo “si vedranno respingere la domanda perché semplici migranti economici e resteranno sul territorio quali clandestini”.

Per questo, attraverso un’interrogazione depositata oggi, chiede alla Giunta se “non ritenga maggiormente equo per i cittadini, che con le loro tasse pagano questi progetti, destinare tutte le risorse disponibili per creare posti di lavoro per i tanti disoccupati vittime della crisi economica”.

Il consigliere spiega nell’atto ispettivo che la cifra è stata inserita nel protocollo, firmato il 10 ottobre scorso, da Regione Forum del terzo settore, sindacati, cooperative sociali, Anci e tutte le prefetture dell’Emilia-Romagna, che prevede lo stanziamento della somma “in due anni” che permetterà ai richiedenti asilo delle strutture d’accoglienza dell’Emilia-Romagna “di svolgere attività di volontariato come lavori di manutenzione degli edifici pubblici e delle scuole, pulire piazze, strade e giardini, dare una mano nell’assistenza ad anziani e disabili”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento