rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Diccap-Sulpl: «Pascai e Pallavicini offendono e sminuiscono il nostro corpo»

La replica del sindacato Diccap-Sulpl agli interventi in commissione 2 di Marco Pascai (Pd) e Carlo Pallavicini (Sinistra per Piacenza): «Se i lavoratori lo confermeranno, sciopereremo a testa alta»

Dopo il dibattito in commissione 2, durante l’audizione del comandante della polizia municipale Stefano Poma, il Diccap-Sulpl sente la necessità di replicare a due interventi provenienti dai banchi di Palazzo Mercanti. «Nè la Polizia Municipale di Piacenza – spiega in una nota Miriam Palumbo, coordinatore Area Territoriale      Vasta di Piacenza e Parma del Diccap-Sulpl - nè questa Segreteria si sono mai permesse di insultare i Consiglieri Comunali ne altri esponenti dell'Amministrazione, perché in quanto tali sono stati eletti dai cittadini e dovrebbero rappresentare le Istituzioni; ma questo vale per i Politici degni di portare questo nome. Mai ci permetteremo di utilizzare la parola "politicante" per sminuire un incarico, una funzione e per lo stesso motivo non gradiamo essere etichettati come "vigili", termine a cui si dà sempre un'accezione negativa per svilire il ruolo e le competenze degli stessi.  Il Diccap_Sulpl si asterrà dall'insultare, anche se la tentazione è davvero molto forte,  alcuni "Consiglieri" che ieri hanno deciso di offendere gratuitamente o sminuire la Polizia Municipale di Piacenza e la Categoria tutta. Non scenderemo al loro livello perché non è nel nostro stile e perché certe loro esternazioni infelici si commentano da sè.

Pur tuttavia, i protagonisti della vicenda hanno destato in noi molta curiosità, per cui ci siamo presi la briga di andarci a documentare su di loro. Uno dei due, il Pallavicini (Sinistra per Piacenza), era a noi già tristemente noto (in aprile infatti si era espresso in modo anacronistico riguardo all'armamento dei "vigili"): nel suo interesse lo invitiamo ad aggiornarsi sulle nostre funzioni secondo Legge e a  recepire la normativa vigente sulla Polizia Locale. Ci rendiamo disponibili a dargli delle delucidazioni nel caso in cui non dovesse comprendere qualche passaggio. Per fortuna però ha avuto il buon senso di difendere il nostro sciopero e di questo è giusto dargliene atto.

Per quanto riguarda l'altro, il Pascai (PD), non era a noi noto: eletto da pochi cittadini, 162 preferenze,  coordinatore del reparto casa presso Coop Consumatori Nordest Ipercoop Gotico (dati pubblicati sul sito del Comune e visibili a tutti nel rispetto della vigente normativa sulla trasparenza della PA), ha dimostrato come il suo collega Pallavicini di non sapere assolutamente nulla delle competenze degli Agenti di Polizia Municipale. Da fb abbiamo appreso che il Consigliere è sostenitore del movimento "Liberiamo la domenica"… quantomeno anomalo che questo valga per alcuni lavoratori e per altri no! Ricordiamo al Pascai che l'eventuale sciopero (che sarà definito dall'imminente assemblea della Polizia Municipale) è un diritto dei lavoratori, uno dei pochi rimasti e che nessuno può negare o limitare, e che evidentemente, essendo una forma di protesta, in quanto tale è inevitabile non arrecare qualche disagio. Nessuno dei nostri Colleghi che eventualmente sciopererà il 4 luglio si sentirà "vigliacco"; se l'Assemblea lo confermerà,  la polizia municipale sciopererà a testa alta!

Ringraziamo invece  Consiglieri come Roberto Colla (Moderati) che ha mostrato in più occasioni sensibilità e propositività verso le nostre problematiche o Erika Opizzi (Fratelli d'Italia) che durante la seduta ha preso le nostre difese redarguendo il Pascai e auspichiamo che non si ripeta. Certo non comprendiamo questa palese, strana paura, che serpeggia nel Palazzo di Città, che la Fiera del Santo Patrono possa non riuscire al meglio senza l'apporto dell'operato dei "vigili… tra l'altro vigliacchi"».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diccap-Sulpl: «Pascai e Pallavicini offendono e sminuiscono il nostro corpo»

IlPiacenza è in caricamento