Dimissioni di Rizzi dal Consiglio, 5 Stelle: «Ennesima delusione»

La nota del Movimento 5 Stelle: «Il rispetto che si deve ai cittadini di Piacenza impone di adempiere al proprio ruolo, mettendo il servizio della politica al primo posto anche all’opposizione»

Paolo Rizzi

Se in Consiglio comunale il gruppo del Movimento 5 Stelle – composto da Andrea Pugni e Sergio Dagnino – ha salutato senza polemiche l’addio da Palazzo Mercanti del consigliere di “Piacenza Oltre” Paolo Rizzi, una parte dei grillini piacentini non sembra aver preso bene l'annuncio dell'ex candidato sindaco del centrosinistra alle Elezioni Comunali del 2017. «Le improvvise dimissioni di Paolo Rizzi dal Consiglio Comunale di Piacenza – spiegano Elena Rossini, consigliere 5 Stelle di Fiorenzuola e Giuseppe Rai dell’ufficio stampa “4 valli a 5 stelle” - sono l’ulteriore conferma di come la politica del “reclutamento di un personaggio noto” al solo fine di recuperare voti e consensi in campagna elettorale, si riveli alla fine soltanto l’ennesima delusione delle aspettative dei cittadini. Chi si impegna in politica, tanto più come figura di spicco come quella di Sindaco di una città, mette a disposizione dei suoi concittadini non soltanto le sue innegabili competenze professionali, ma anche e soprattutto la passione e l’amore per la sua città e la sua gente, nella buona e nella cattiva sorte, ovvero quando si arriva a sedere sulla poltrona di Sindaco, ma anche e soprattutto quando si siede tra i banchi delle opposizioni. In quest’ultimo caso occorre essere ben consapevoli dell’importanza del ruolo di controllo e spinta che riveste questo incarico. Denunciare e costruire sono le due facce della stessa medaglia. Il rispetto che si deve ai cittadini di Piacenza impone di adempiere al proprio ruolo, mettendo il servizio della politica al primo posto, stando vicino ai propri cittadini. Per questo motivo ci duole rilevare come anche in questo caso la politica alla quale siamo stati abituati, abbia mostrato il lato peggiore di sé, non comprendendo l'utilità del proprio contributo. Politica dovrebbe essere dedizione verso la risoluzione dei problemi della cittadinanza, senza sprechi e tornaconti personali; in questo obiettivo risulta fondamentale la presenza delle opposizioni che debbono vigilare perché ciò accada realmente, anche se amministra qualcun altro. Possiamo soltanto augurarci che l’aria di cambiamento che sta percorrendo tutta l’Italia arrivi anche a Piacenza alle prossime elezioni».

I consiglieri 5 stelle Pugni e Dagnino: «Non condividiamo il giudizio su Rizzi»

Il gruppo consiliare di Piacenza del Movimento non condivide il giudizio espresso da Rossini e Rai. «L’intervento riguardante le dimissioni dal Consiglio Comunale del prof. Paolo Rizzi – fanno sapere i consiglieri grillini Andrea Pugni e Sergio Dagnino - firmata da Elena Rossini, consigliere comunale a Fiorenzuola d’Arda e da Giuseppe Rai, dell’ufficio stampa “4 valli 5 stelle”, non ci appartiene. Abbiamo avuto modo di conoscere il prof. Rizzi e riteniamo sia una persona di elevata caratura professionale e culturale. Non ci permettiamo di commentare le motivazioni che l’hanno spinto ad abbandonare e non entriamo nel merito del lavoro svolto per la sua parte politica. Altresì ribadiamo che la nota congiunta di Rossini e Rai rappresenta all’interno del movimento un punto di vista parziale che rispettiamo pur non condividendolo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento