rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Politica

«Disponibili a cedere il Garilli a una cifra simbolica ma lo stadio resta lì dov'è»

Ponzini (Passione Civica): «Il problema tutto italiano degli stadi di calcio di proprietà pubblica va superato. Da un lato, si alleggeriscono le spese di gestione che possono essere dedicate allo sport dilettanti e all'accesso delle persone disabili nelle attività motorie, dall'altro la società può fare un progetto che valorizzi la struttura»

Ha scelto uno dei campi sportivi simbolo della città, il comunale di via Pavia, la candidata di Passione Civica Sandra Ponzini per avanzare una proposta che promette di rilanciare lo sport professionistico e una delle strutture a cui i piacentini sono più affezionati: lo stadio Leonardo Garilli. “Se Passione Civica sarà al governo della città, il Comune sarà disponibile a cedere lo stadio alla società calcistica a una cifra simbolica. Il problema tutto italiano degli stadi di calcio di proprietà pubblica va superato. Da un lato, si alleggeriscono le spese di gestione che possono essere dedicate allo sport dilettanti e all'accesso delle persone disabili nelle attività motorie, dall'altro la società può fare un progetto che valorizzi la struttura”. L'insegnante della scuola Giordani, portacolori della lista civica di centrosinistra alle elezioni del prossimo 11 giugno, spiega che per realizzare questa operazione “non occorre imbarcarsi in scambi e permute di aree come qualcuno ha proposto. C'è un problema di rifacimento dell'impianto? Bene, il Comune è disponibile a cedere l'impianto a una cifra simbolica, ma lo stadio resta lì dov'è”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Disponibili a cedere il Garilli a una cifra simbolica ma lo stadio resta lì dov'è»

IlPiacenza è in caricamento