Dopo la rinuncia di Cacciatore Mdp punta su Sandra Ponzini

E' il consigliere comunale Sandra Ponzini, insegnante, il settimo candidato a sindaco alle Amministrative

Sandra Ponzini

Dopo la rinuncia di Francesco Cacciatore, Articolo 1-Movimento democratico progressista si affida a Sandra Ponzini. Sarà lei il settimo candidato a sindaco alle Amministrative del prossimo 11 giugno. Ponzini, insegnante e consigliere comunale prima del Pd poi nel Gruppo Misto, guiderà la lista bersaniana. Con lei, in lista, saranno candidati diversi rappresentanti di Mdp, movimento da poco nato anche nella nostra città. 

«L’11 di giugno mi candiderò alla carica di sindaco di Piacenza. La scelta di accettare la candidatura è legata al fatto che avverto la necessità di un ricambio di politiche e di classe dirigente nella nostra città.  Credo che sia urgente intercettare il disagio sociale e il distacco fra cittadini e istituzioni che si manifesta anche a Piacenza e che indebolisce le capacità innovative della società piacentina. La narrazione dei migliori anni che avrebbero dovuto essere davanti a noi non ha certo aiutato a colmare questo distacco». Ha dichiarato. 

Una vera politica di cambiamento e di progresso non può dunque partire che dall’offerta di una nuova prospettiva di sviluppo coerente con le risorse umane e ambientali della nostra città.  Sono convinta che sia necessario in primo luogo un nuovo spirito pubblico che valorizzi le collaborazioni col vicino, la cooperazione tra diversi soggetti sociali e istituzionali, la partecipazione attiva dei cittadini, le forme possibili di autogestione della società civile».

«Per questi motivi ho collaborato all’elaborazione del progetto "Passione Civica" per la costituzione di una lista civica che rappresenti le molteplici forme di impegno sociale e politico al servizio del bene comune Ci impegneremo con tutte le energie possibili per trasmettere alla nostra città ed ai tantissimi elettori che ci auguriamo vadano alle urne, il significato di un impegno serio e concreto verso la vita amministrativa di Piacenza. Il nostro è un entusiasmo sincero, spontaneo, lavoreremo per incontrare tanti cittadini, tutti se fosse possibile, per dire loro che davvero esistono donne ed uomini che si mettono al servizio e vogliono guidare un miglioramento complessivo nella società piacentina».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento