menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

È arrivata la nuova app per pagare i parcheggi blu, ma c’è un aumento del 10%

Rilasciata la nuova applicazione per la sosta. Cugini (Pd): «Dopo la beffa delle monetine da 5 centesimi, ora la prima volta in cui l’uso della tecnologia è penalizzante dal punto di vista economico»

L’app per il pagamento delle soste blu a Piacenza è arrivata e si chiama Whoosh!. Peccato che abbia un piccolo sovraprezzo, segnalato prontamente dal capogruppo del Partito Democratico in Consiglio comunale, Stefano Cugini. Un'ora, pagata con l'app, costa 1,15 euro. «Le strisce blu del parcheggio a pagamento – informa il rappresentante dem a Palazzo Mercanti - stanno sull’anima ai cittadini. Ciò non di meno ci sono diverse ragioni che giustificano questa scelta, su cui non vale nemmeno la pena discutere. A Piacenza, in molte zone, già Stefano Cugini-21dobbiamo sorbirci la beffa della tariffa oraria (o giornaliera) a 1,05 euro. Un modo furbo per farti spendere di più, contando sul fatto che in tasca i 5 centesimi non è così naturale averli (tralasciando che alcuni parchimetri te li “risputano” direttamente indietro).

A inizio anno, con il cambio di gestore – da Apcoa a Piacenza Parcheggi – i piacentini hanno scoperto di non poter più utilizzare la vecchia app, dovendosi armare di pazienza in attesa dell’arrivo di quella nuova, più volte rimandato». «Finalmente – prosegue Cugini -, con allucinante ritardo, viene rilasciata Whoosh! e, in barba al principio logico che un fornitore si cambia per migliorare il servizio e, se possibile, risparmiare, ecco che si scopre che su ogni clic c’è una “cresta” del 10%. Per i più distratti, significa che il cambio gestione ha portato l’aumento delle tariffe. A tacere del fatto che sarà la prima volta in cui l’utilizzo delle nuove tecnologie è penalizzante per i consumatori rispetto al ricorso ai contanti. Ho presentato al volo una mozione sperando che il Consiglio comunale voglia impegnare il Sindaco e la giunta a “porre in essere ogni iniziativa utile a non far pesare l’aumento della tariffa (dovuto al “costo di servizio” della nuova app) sull’utenza, invitando Piacenza Parcheggi S.p.A a ridurre la tariffa stessa o ad assorbire il costo aggiuntivo”».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

A Roncaglia sono partiti i lavori del maxi capannone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Piacenza scongiura la zona rossa: si resta in "arancione"

  • Cronaca

    Il nuovo Dpcm "anti varianti": che cosa cambia fino a Pasqua

  • Economia

    Cattolica, si lavora ad un robot per la potatura dei vigneti

  • Cronaca

    Controllo del territorio e Covid, più pattuglie in strada

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento