E di notte spunta la scritta, Conte paragonato a Schettino

Due grandi scritte, a Mucinasso, sul mancato coinvolgimento del Parlamento e sui rischi per la democrazia

le scritte apparse a Mucinasso

Hanno ripreso l’ormai famosa frase dell’ufficiale di marina De Falco al comandante della nave da crociera Costa Concordia, Schettino, che stava abbandonando la nave: “Salga a bordo c…o”. Solo che al posto di Schettino l’invito è stato rivolto al premier Conte. Due manifesti di 6 metri per tre, esposti a Mucinasso e ben visibili dalla strada Farnesiana, con una chiara critica politica: «#turesta a casa … ci pensiamo noi alla democrazia” seguito dall’invito di tornare a bordo. Il riferimento degli ignoti writer - che hanno dovuto servirsi di scale e impiegare un po’ di tempo, anche se aiutati dal fatto che non circolava nessuno - è alla mancanza di coinvolgimento del Parlamento, di cui è stato accusato il Governo in questi giorni così drammatici, sulle scelte per fronteggiare l’espansione del corona virus

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento