Edilizia scolastica, in tre anni stanziati 31 milioni di euro per il territorio

La Provincia di Piacenza ha fatto il punto della situazione di tutti gli interventi dell'ultimo triennio: diversi i cantieri che partiranno nei prossimi mesi per gli edifici del Piacentino

il presidente Francesco Rolleri

La “buona scuola” a Piacenza. Negli ultimi tre anni l’edilizia scolastica del territorio Piacentino è stata fortemente ristrutturata e potenziata. Sono arrivati per le scuole e gli istituti 31 milioni di euro di fondi da Stato, Regioni e Provincia, con quest’ultima regista delle operazioni. L’ente di via Garibaldi in tre anni ha stanziato 7 milioni di euro suoi: quasi 7 milioni sono arrivati dai Mutui Bei, 1,5 milioni di risorse regionali, 1,7 milioni dal Fondo Province e 3,7 milioni dai comuni. Dei 7 milioni dell’ente di via Garibaldi, quattro serviranno per la costruzione delle due palestre al laboratorio Pontieri (dietro Palazzo Farnese) in città (i lavori partiranno in estate). Accanto a questo la Provincia ha proseguito la sua attività di manutenzione ordinaria degli edifici scolastici di sua competenza (le scuole superiori), investendo ulteriori 3,9 milioni. 

Tra i 31 milioni di euro di interventi, i più importanti riguardano i comuni della provincia. Alcuni sono già stati conclusi. A Bettola 880mila euro hanno ampliato e reso antisismica la scuola d’infanzia, primaria e secondaria di primo grado; a Castelvetro 1,1 milioni per la scuola d’infanzia “Giardino di Alice”; 1,380 milioni di euro per la ristrutturazione e l’adeguamento anti-sismico della scuola “Vaccari” di Pontedellolio (rimasta chiusa a lungo). In città 850mila euro per la scuola “Vaiarini”; 650mila euro per la scuola di Vernasca. 

In dirittura d’arrivo l’inizio dei lavori (450mila euro) al centro scolastico di istruzione superiore a Fiorenzuola, 1,750 milioni di euro per le scuole medie di Castelsangiovanni. Previsti anche a Borgonovo 1,6 milioni di euro per l’istituto comprensivo. A Cadeo 3,5 milioni di euro la riqualificazione strutturale (interna ed esterna) dell’istituto comprensivo “Amaldi”. A Castellarquato 2,7 milioni per la scuola primaria “Illica”. A Gossolengo 1,550 milioni di euro per il completamento della scuola primaria. A Gragnano 1,4 milioni di euro per la scuola Galilei (con la realizzazione di una nuova struttura sportiva polivalente), a Monticelli 3,6 milioni per la messa in sicurezza della scuola primaria “Vida”. 

C'è soddisfazione da parte della Provincia per le risorse trovate in questi tre anni. Nonostante un periodo di gravi difficoltà economiche per l'ente, le scuole hanno visto arrivare fondi consistenti. «L’edilizia scolastica – ha commentato il presidente della Provincia Francesco Rolleri - è stata una scelta centrale della nostra Amministrazione. Il piano per l’edilizia scolastica ha dedicato risorse sempre più importanti per la prevenzione, abbiamo recuperato un tema un po’ dimenticato durante gli anni della crisi economica. Le scuole superiori sono una delle funzioni rimaste in capo all’ente: abbiamo esaminato le richieste del territorio e creato una graduatoria. I numeri che presentiamo non si erano visti negli anni precedenti: abbiamo dovuto vendere i beni di famiglia (la prefettura, il comando provinciale dei carabinieri soprattutto che ci hanno portato in cassa 9 milioni di euro) per fare questi interventi. Stiamo parlando di 7 milioni di euro in tre anni: 4 milioni è l’importo per le due palestre al laboratorio Pontieri, 2 milioni è la messa a norma del liceo Cassinari». «Questi – ha rilevato la dottoressa Francesca Bergamini, dirigente della Regione - sono segnali importanti della capacità dei territori di coinvolgere diversi soggetti per un obiettivo comune. Nella nostra regione si è valorizzata questa capacità di individuare le priorità da parte dei singoli territori: l’Emilia-Romagna è l’unica ad avere delegato le province a questo. Gli enti provinciali lavorano con i comuni, proprietari degli edifici delle scuole elementari e medie, e le materne statali spesso sono ospitate in strutture comunali». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento