Elezioni a Gazzola, Comolli: «Progetti lungimiranti e certi per chi resta sul territorio»

Comunali 2016. Gli obiettivi della lista e dei candidati a sostegno di Giampietro Comolli per il comune di Gazzola

A meno di due settimane dalle elezioni amministrative del 5 giugno, Giampietro Comolli, per 35 anni manager in gestione enti e consorzi, creatore di marchi e di imprese, imprenditore del turismo, agronomo ed economista del vino e dell’alimentare, ha deciso di scendere in campo per, afferma, “ … mettere a favore di Gazzola tutte le cose che ho imparato girando e lavorando per altri, con una squadra composta da 10 professionalità diverse e utili per ogni singolo gazzolese.  Grande rispetto per Colui che ci ha governato per 53 anni e per il lavoro fatto dai nostri vecchi, urge però girare pagina perché Gazzola è fondamentale in un sistema di valle, occorre una identità comunale forte e non rammendi. Vogliano essere traghettatori e consegnare progetti reali e finanziati ai giovani. Una sana e trasparente amministrazione deve fare cose per il futuro, l’oggi è banale e scontato. Gazzola deve alzare la testa, uscire da un giro, essere al centro di un progetto e non una ruota di scorta. I tempi sono molto difficili, impongono di rivedere i vecchi meccanismi regolatori. Continuità e tradizione in primis, ma offrire occasioni a chi resta sul territorio.

ECCO GLI INTERESSI E GLI OBIETTIVI DI OGNI CANDIDATO DELLA LISTA N° 2 “NOI, PER GAZZOLA”: 

- CARLA PERA, esperta di bilanci comunali e candidata a Gazzola. Abbiamo previsto di fare scelte di bilancio orientate a famiglie, giovani, scuola senza svendere il patrimonio pubblico e senza mettere le mani nelle tasche dei gazzolesi. Si possono eliminare tutte le spese esterne di consulenza e di supporto, o di continue varianti urbanistiche. Basta interventi strutturali. Intendiamo agire per aumentare il valore del patrimonio privato e far crescere tutte le attività commerciali e artigianali, non solo alcune privilegiate,  per attrarre economia, nuovi posti di lavoro locali e non trasformare tutto in un dormitorio con sprechi.

- MARIO ANGELILLO, esperto di valutazioni agrarie e candidato a Momeliano . Non intendiamo usare i beni pubblici per interessi occasionali e di settore. L’agroalimentare, come ci sollecitano tutti gli agricoltori e coldiretti di Gazzola, è una ricchezza di generazioni. Questa è vera continuità. Il nostro programma non prevede alienazioni di beni pubblici, conferimenti a fondi immobiliari, come purtroppo è già scritto nero su bianco nella delibera comunale del sindaco Francesconi, mai modificata in consiglio comunale! il mondo agricolo deve essere valorizzato, non deprezzato. La terra ha un valore superiore a quello del bilancio comunale

- ENRICO CACCIALANZA, amministrativo in pensione candidato a Gazzola. Vogliamo dare un aiuto quotidiano a tutti i gazzolesi, dalle famiglie numerose ai giovani universitari. NOI vogliamo che i “foresti”  investano su e per Gazzola, a condizioni certe e rispettose. Vogliamo realizzare una vigile sicurezza con occhi intelligenti piazzati sulle strade principali di tutte le frazioni, aderire al sistema telematico provinciale gestito e coordinato dalle forze dell’ordine pubblico e dalle strutture di vigilanza esperte, non da volontari privati. Per garanzia civile e sociale.

- GIORGIO SOLARI, imprenditore alta tecnologia candidato a Croara. Per NOI è importante recuperare forti finanziamenti per progetti duraturi. Già ci siamo attivati in Europa e con i ministeri per progetti tecnologici legati alla sicurezza di cose e persone. Siamo nelle condizioni di creare posti di lavoro per i gazzolesi a Gazzola, in campi diversi come ambiente, turismo, cultura, sanità, sociale, scuola. Con ministero turismo e assessorati abbiamo già impostato azioni di valorizzazione delle strade dei prodotti tipici, percorsi turistici, castelli, golf e tennis gratuito per gli scolari gazzolesi. Il Polo Giovani è più importante di una rotonda stradale perché sono il nostro futuro.   

- ARIANNA RAZZA, gazzolese DOC, universitaria, candidata a Gazzola. NOI puntiamo su un Polo Scuola rivisto totalmente perché non si può continuare a fare e rifare, rattoppare e non incentivare, sbagliare spazi e strutture. Dalla materna alle medie si crea una intera generazione, già la scuola e le insegnanti sono da premio e da lodare, ma occorre che il Comune veda lontano, crei strutture sicure e non precarie. Il ministero dell’istruzione e la regione sono pronte a sostenere un Polo compreso palestra e mensa potenziata. Vogliamo che lo sport porti in giro il nome di Gazzola. 

- DELIO RESCAGLIO, manager commerciale e candidato a Tuna. Le frazioni, sono 8, tutte importanti del comune non devono essere o dormitori o case di vacanzieri, ma devono essere vissute e curate da residenti per essere vitali. Manifestazioni occasionali per fini personali non servono. NOI vogliamo tabellare percorsi per ciclisti, favorire anche chi transita sul nostro territorio, dare supporto a locande e osterie. La continuità non sono i rattoppi di asfalto o le mani di bianco alla facciata del cimitero, ma una pulizia continua, illuminazione delle strade, telecamere, sistema di allarme condiviso.

- GAETANO BOTTAZZI, medico candidato a Rivalta. Abbiamo già attivato un progetto di Salute Pubblica, con Auser e un laboratorio di servizio domestico per gli anziani, oltre che azioni dirette di monitoraggio salute gratuita per i più deboli. Puntiamo a incrementare le assistenti sociali e supporti ai medici di base e di famiglia esistenti.  Vogliamo che i nostri vecchi stiano sempre meglio, abbiano servizi  di salute e assistenza completi sul posto, siano ausiliari della collettività, abbiano a disposizione spazi e luoghi per essere attivi in un Polo Terza Età

 - FRANCO TRAMELLI di Rivalta. NOI ha già avviato un programma di accoglienza e ricettività turistica grazie a finanziamenti comunitari e regionali con la nuova legge. In ogni caso il nostro gruppo farà azioni di attrazione turistica perché crediamo che porti benessere a tutti, crei occupazione faccia nascere nuove imprese sul territorio nei fabbricati esistenti. Puntiamo anche ad aumentare i posti letto esistenti.

- ALESSANDRO ZERMANI, tecnico forestale e candidato a Gazzola. la Protezione civile, il monitoraggio del territorio, la prevenzione territoriale sono punti cardini del programma di NOI per GAZZOLA, perché intervenire dopo il disastro è inutile, dispendioso e spesso non definitivo. La sponda gazzolese del Trebbia ancora oggi mostra i danni dell’alluvione. Dobbiamo mettere in sicurezza le case e i campi di tutti. C’è già la legge che finanzia basta fare la pratica per iscritto e non a parole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

Torna su
IlPiacenza è in caricamento