rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Politica

Elezioni Bonifica, le minoranze: «Auspichiamo il rinvio necessario a favorire la partecipazione»

Pd, 5 Stelle, Pc Oltre, Pc del futuro, Pc in Comune: «A dicembre le altre elezioni consortili hanno coinvolto lo 0,2% della popolazione»

«Facciamo un appello in qualità di consiglieri comunali, che anche nella maratona in corso per l’approvazione del bilancio hanno voluto privilegiare il tema della partecipazione dei cittadini alla vita democratica e amministrativa del proprio territorio. Per coerenza, riteniamo che anche in prossimità delle elezioni per il rinnovo degli organi del Consorzio di Bonifica di Piacenza, non si possa prescindere dal massimo coinvolgimento democratico, a fronte di una campagna elettorale che deve porre al centro la possibilità universale degli aventi diritto al voto di informarsi, partecipare a incontri, confronti e dibattiti, affinché la conseguente espressione di una preferenza sia davvero consapevole. Ci interessa il metodo: preferiamo non entrare nel merito del confronto, anche aspro, tra questa o quella lista di contendenti. Quel che è certo è il nostro auspicio che da questa competizione elettorale esca una espressione convinta della cittadinanza. A prescindere dagli esiti; finali, assistere a percentuali di partecipazione come quelle dell’ultima tornata elettorale di dicembre in Regione (0,21% - 2.764 elettori su 1.330.621 aventi diritto) sarebbe una sconfitta per tutti. La pandemia continua a impedire qualunque iniziativa di campagna elettorale utile a coinvolgere i cittadini, specie nel nostro territorio, a poche settimane dal voto ancora sottoposto alle restrizioni della zona rossa. La recente conferma del protrarsi di questa condizione dopo Pasqua ci spinge dunque a sollecitare il ragionevole rinvio delle elezioni a una data in cui, con la campagna vaccinale diffusa in modo più capillare, sia possibile preparare a dovere lo svolgimento delle operazioni di voto, senza il condizionamento delle restrizioni e con minori rischi sanitari per tutti. Niente di eccezionale peraltro, dato che le stesse elezioni amministrative di aprile e maggio, per i medesimi motivi, sono state rinviate al prossimo autunno. La democrazia non può ridursi a scadenze burocratiche. Conta la garanzia di una sana competizione che passa solo ed esclusivamente dalla capacità di mettere tutti i legittimi concorrenti nella condizione di poter partecipare adeguatamente all’esercizio democratico di un diritto fondamentale».

Giorgia Buscarini, Stefano Cugini, Giulia Piroli e Christian Fiazza (Pd)

Sergio Dagnino (Movimento 5 Stelle)

Luigi Rabuffi (Piacenza in Comune)

Samuele Raggi (Piacenza del futuro)

Roberto Colla (Piacenza Oltre)

I LIBERALI: «QUESTIONE DI ONESTA’ INTELLETTUALE»

«Diamo pubblicamente atto ai Consiglieri di minoranza del Consiglio comunale della loro leale presa di posizione per il rinvio delle elezioni del Consorzio di bonifica. Il punto centrale della questione è proprio quello da loro individuato: indipendentemente dal merito del problema, è inammissibile che le Autorità sanzionino dei ragazzi che siedono sui gradini del Gotico e consentano che 150mila persone, cioè ben più dell’intera popolazione della città, vengano convocati a votare per una consultazione che può essere rinviata di un paio di mesi certamente senza che nessuno muoia. É una questione anche di onestà intellettuale e morale prima ancora che sanitaria. Davanti a cose del genere come possono i giovani avere fiducia in questa democrazia? Per questo ci troviamo, in questa occasione, d’accordo e plaudiamo all’iniziativa dei nostri colleghi Consiglieri, sperando che la loro voce sia udita anche più in alto dopo che - avendo il Sindaco già espressa la propria opinione favorevole al rinvio ed, anzi, a questo invitando lo stesso Consorzio - una parola decisiva potrebbe essere detta dalla Regione, che è competente a provvedere nel senso auspicato».

Antonio Levoni e Gianpaolo Ultori, consiglieri dei Liberali Piacentini

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni Bonifica, le minoranze: «Auspichiamo il rinvio necessario a favorire la partecipazione»

IlPiacenza è in caricamento