«Arginare al più presto la proliferazione delle sale da gioco»

Piacenza Viva, che sostiene Andrea Paparo, denuncia l'atteggiamento mantenuto fino a oggi dall'amministrazione giudicato «distratto, troppo blando e permissivo». «Queste attività sono un danno sociale e servono alla malavita»

I candidati della lista civica Piacenza Viva

«Ogni Comune ha a disposizione una serie di ordinanze e di altri strumenti regolamentativi per limitare la diffusione delle sale da gioco all’interno del perimetro cittadino. A Piacenza stiamo assistendo ad un sempre più preoccupante dilagare del fenomeno, ma l’amministrazione sembra non curarsene».

Una presa di posizione netta contro la piaga del gioco d’azzardo e la sua diffusione in città per colpa dell’atteggiamento “troppo blando” mantenuto finora dall’amministrazione, quella del movimento civico Piacenza Viva, lista che sosterrà Andrea Paparo come candidato sindaco alle prossime elezioni comunali del 6 e 7 maggio.

«Secondo noi è già da condannare che la legge permetta allo Stato di speculare su quella che sta diventando una patologia a tutti gli effetti, come la dipendenza da gioco e dalle slot machines. Un dramma che colpisce soprattutto le fasce deboli come quelle dei pensionati e dei giovani disoccupati – spiegano i componenti del movimento civico – esistono una serie di parametri che il Comune può imporre per ‘rendere la vita difficile’ a questo genere di esercizi e limitarne la diffusione».

«Si va dalla distanza obbligatoria di almeno 500 metri da luoghi pubblici come scuole e ospedali, a limitazioni sugli orari di apertura, fino alla necessità di doversi dotare di una quota fissa di posti auto nei pressi della sala da gioco.  Altre città si sono già mosse in questo senso – prosegue Piacenza Viva - Il Comune di Piacenza ha invece disposto un regolamento troppo blando, che ha permesso ben presto al fenomeno di radicarsi in città in maniera preoccupante – conclude Piacenza Viva – questi esercizi inoltre provocano conseguenze negative che vanno al di là del semplice gioco d’azzardo».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«E’ cosa nota infatti che questi luoghi siano utilizzati anche dalla malavita, che spesso se ne serve per riciclare denaro sporco e mascherare altre attività illecite. Ci auguriamo che la nuova giunta che andrà ad insediarsi dopo la tornata elettorale si dimostri più attenta nel correggere gli errori e le disattenzioni dell’amministrazione uscente guidata dal sindaco Roberto Reggi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Annega nel Po per salvare il suo cane finito in acqua

  • Identificato l'operaio ucciso dal crollo di un silos. Forse il cedimento di un sostegno la causa della tragedia

  • Crolla un silos, 50enne muore schiacciato

  • Quattro feriti nello scontro sulla via Emilia

  • Rischia di annegare nella piscina di casa, salvata

  • Bonus covid ai parlamentari, la piacentina Murelli accusata dai giornali replica «No comment»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento