rotate-mobile
La situazione / Castel San Giovanni

Elezioni comunali, tutti i candidati sindaci piacentini in corsa

L’8 e 9 giugno vanno al voto ben 28 comuni piacentini su 46. Ecco l’elenco di tutti i candidati che hanno ufficializzato la propria corsa a sindaco

I cittadini sono chiamati alle urne per le Elezioni Europee, previste in tutto il Continente tra il 6 e il 9 giugno di quest’anno. Sono 76 i seggi italiani da assegnare per il nuovo Euro-parlamento. Piacenza e l’Emilia-Romagna si trovano nella circoscrizione nord-orientale insieme a Veneto, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto-Adige: 15 gli eletti che rappresenteranno il territorio tra Bruxelles e Strasburgo.

Ma nel Piacentino, questa primavera, si vota anche in 28 dei 46 comuni per le Elezioni Amministrative.

Sono chiamati ai seggi i residenti con più di diciotto anni dei comuni di Alseno, Besenzone, Bobbio, Calendasco, Caorso, Castelsangiovanni, Castellarquato, Coli, Farini, Gossolengo, Gragnano, Lugagnano, Morfasso, Ottone, Pianello, Piozzano, Podenzano, Pontedellolio, Pontenure, Rivergaro, San Giorgio, San Pietro in Cerro, Sarmato, Travo, Vernasca, Vigolzone, Zerba e Ziano.

Le Amministrative si terranno in concomitanza con le Europee, sabato 8 (dalle 14 alle 22) e domenica 9 giugno (dalle 7 alle 23).

In nessuno di questi 28 comuni è previsto il ballottaggio: il candidato sindaco che prenderà un voto in più degli avversari sarà chiamato a formare la nuova Amministrazione.

Sono stati da poco ritoccati i limiti alle candidature dei sindaci. Con il nuovo provvedimento nei municipi tra i 5mila e 15mila abitanti è ora possibile arrivare al terzo mandato consecutivo di un sindaco, sotto i 5mila viene eliminato il limite, quindi un primo cittadino può ripresentarsi sempre.

In quattro comuni c'è un solo candidato: serve un quorum per eleggere il nuovo sindaco

Ecco i candidati sindaci che correranno nei rispettivi comuni. 

A CASTELSANGIOVANNI E IN VALTIDONE

Il Comune più grande al voto è Castelsangiovanni. Il centrodestra ha sbrogliato la matassa. Il sindaco uscente Lucia Fontana non si ripresenta: i tre partiti puntano sulla consigliera regionale Valentina Stragliati e in lista con lei c'è pure il deputato Tommaso Foti. C'è un ex sindaco (all’epoca di centrodestra), Carlo Capelli con "Civiltà Castellana". Il centrosinistra ha come candidata Mariacristina Ceruti con la civica "Piacere Castello".

A Ziano grazie alla nuova legge Manuel Ghilardelli tenta di correre per il quarto mandato, per il centrodestra, con "Ghilardelli per Ziano". La sfidante è Maria Grazia Molinelli con "Idea Comune".

A Pianello l’uscente Giampaolo Fornasari non corre per il quarto mandato. Si candidano, invece, Mauro Lodigiani con "Pianello prima di tutto" e Alfredo Giuppi con "Lista civica per Pianello". 

A Piozzano tre i candidati in corsa: l’assessore uscente Robertino Barocelli con "Amministriamo Piozzano", il capogruppo di maggioranza Carlo Brigati  con "Lista civica per Piozzano" e la consigliera di minoranza Antonella Bollati con "Le rondini sviluppo e trasparenza". 

IN VALTREBBIA

A Bobbio la sfida riguarda il sindaco uscente Roberto Pasquali ("Bobbio 2000, città d'Europa"), il consigliere provinciale della Lega Federico Bonini ("Insieme cambiamo Bobbio") e il candidato del centrosinistra, Mauro Martini ("Bobbio domani il nostro sogno di oggi"). Sfumata l’ipotesi di vedere candidato Giovanni Piazza, ex sindaco di Ottone e attuale presidente delle Farmacie Comunali di Piacenza.

A Ottone in campo il sindaco uscente, Federico Beccia con "Ottone libera". Una lista alternativa è guidata da Marco Boccenti ("Altra lista") mentre in extremis si presenta anche "Val Trebbia" di Francesco Lonetti

A Rivergaro l’Amministrazione uscente candida Andrea Gatti ("Insieme per Rivergaro", centrosinistra, il comitato dei Residenti Utenti della Statale 45 è nella lista) mentre la Lega sostiene il consigliere provinciale Giampaolo Maloberti con la lista "Rivergaro". Bocciata, e quindi non in competizione, la lista "Civica Rivergarese" di Giuseppe Repetti.

A Travo l’Amministrazione uscente sarà guidata dall’attuale assessore Roberta Valla ("Noi Travoi"), mentre si è candidato anche Pietro Tagliaferri ("Il sole per tutti").

A Coli il sindaco uscente Renato Torre non si schiera da candidato sindaco. In corsa Tiziano Pugni ("Reazione in comune"), Ester Pugni ("In comune con noi") e Emilio Covati ("Rinnovamento in comune").

A Zerba non si ricandida il sindaco uscente Piero Rebolini ma ritorna l’ex sindaco Claudia Borre’ ("Il castello). Lo sfidante è Giovanni Razzari ("Zerba futura"). 

A Gragnano si ricandida per il terzo mandato Patrizia Calza, in ottica centrosinistra, con "Solidarietà e sviluppo". Una lista, "Un futuro per Gragnano Trebbiense", si è raccolta attorno a Mirta Quagliaroli, ex consigliere comunale in città del Movimento 5 Stelle. 

A Sarmato unica candidata il sindaco uscente, Claudia Ferrari, con "Viviamo Sarmato". 

A Calendasco si candida il sindaco uscente, Filippo Zangrandi ("Immagina Calendasco"), mentre lo sfidante è Fabio Bianchi ("Calendasco per cambiare"). 

A Gossolengo quattro liste. Il sindaco Andrea Balestrieri si ripresenta con "Tutti per Gossolengo", mentre sono uscite allo scoperto anche Elisabetta Rapetti ("Una Gossolengo"), Lucia Anelli ("Obiettivo comune" e Lorena Perotti ("Patto per Gossolengo").

IN VALNURE

A Podenzano il centrodestra unito punta su Riccardo Sparzagni ("Sempre più uniti per Podenzano"). Il centrosinistra ha come candidato Luigi Filippa ("Podenzano obiettivo comune"). "Ascoltiamo Podenzano" punta su Matteo Boeri

A Vigolzone saranno due le liste. L’Amministrazione uscente guidata da Gianluca Argellati (centrodestra, "Uniti per Vigolzone") contro Beatrice Ghetti (centrosinistra, Vigolzone progetto comune").

A San Giorgio in campo il sindaco uscente Donatella Alberoni ("Alberoni sindaco"), ma c'è anche una seconda lista con Andrea Illica, in ottica centrosinistra, ("Insieme per San Giorgio"). 

A Pontenure non si ricandida Manola Groppi: la lista che prosegue nella sua continuità è guidata dall'ex sindaco Angela Fagnoni ("Pontenure nel cuore"). La lista "Noi con voi cambiamo Pontenure" candida Giuseppe Carini (Voi con noi cambiamo Pontenure"). Ci riprova con la lista "Un sogno in Comune" Enzo Dotti ("Un sogno in comune").

A Pontedellolio la sfida è a due: il sindaco uscente Alessandro Chiesa (centrodestra, "Pontolliesi per Ponte") se la vedrà con Tiziana Lavalle (civica di centrosinistra, "Ponte Viva"). 

A Farini il centrodestra ha scelto Marco Paganelli ("Farini 24"). L'assessore al bilancio Cristina Cordani si candida con una lista civica: "Farini per tutti". Staffetta per l'Amministrazione uscente: il sindaco uscente Cristian Poggioli sosterrà il suo vice (ed ex sindaco per 15 anni) Antonio Mazzocchi ("Uniti per Farini"). 

IN VALDARDA

A Morfasso si ricandida il sindaco uscente Paolo Calestani con "Per Morfasso".

A Vernasca non si ricandida l’uscente Giuseppe Sidoli, ritorna in scena l'ex sindaco, ora consigliere regionale del Pd, Gian Luigi Molinari con "Vernasca futura". Antonio Prati si candida con "Idee Vernasca progetti".

A Lugagnano si ricandida il sindaco uscente Antonio Vincini ("Noi per Lugagnano"). Il centrodestra punta su Andrea Bonfanti ("Lugagnano che cambia"). 

A Castellarquato ci riprova l’ex sindaco Ivano Rocchetta ("Arquatesincampo". Si candida anche Angelo Frasconi ("Start").

Ad Alseno il sindaco uscente Davide Zucchi ci riprova con "Progetto Alseno". La sfidante sarà Valentina Casarola ("Uniamo Alseno"). 

Va al voto anche il Comune di Besenzone, con il sindaco uscente Luigi Filiberti che si ricandida con "Lista civica per Besenzone". 

NELLA BASSA

A Caorso già annunciato il tentativo di tris del sindaco Roberta Battaglia ("Con Caorso Battaglia sindaco"). Gli sfidanti, come cinque anni fa, sono Antonella Codazzi ("Caorso futura") e Giampiero Cremonesi ("Caorso più insieme"). 

A San Pietro in Cerro si ricandida il sindaco uscente Stefano Boselli con "Il nostro paese".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali, tutti i candidati sindaci piacentini in corsa

IlPiacenza è in caricamento