Comunali: si vota a Ferriere, Castelvetro e Alta Val Tidone fino alle 23. L'affluenza

Alle urne per le Elezioni Comunali in tre comuni del Piacentino. Si vota domenica 10 giugno dalle 7 alle 23. Ad Alta Val Tidone in corsa tre liste (Albertini, Cassi e Ridella), a Ferriere la sfida è tra Malchiodi e Mainardi, a Castelvetro tra Quintavalla e Baroni

Il seggio di Brugneto di Ferriere

Domenica 10 giugno, dalle 7 alle 23, si vota in tre comuni del territorio Piacentino per le Elezioni Comunali. Si tratta di Castelvetro, Ferriere e Alta Val Tidone. In nessuno di questi tre comuni è previsto il ballottaggio: la lista che prenderà più voti formerà la nuova Giunta comunale. Al termine delle votazioni inizierà lo spoglio delle schede per conoscere il nome dei tre sindaci eletti. A Ferriere e Alta Val Tidone si deve barrare il simbolo della lista a cui si intende dare il voto e c'è la possibilità di indicare il cognome di un solo candidato consigliere. A Castelvetro c'è la possibilità di esprimere due preferenze per i candidati al Consiglio comunale, a patto che siano di diverso genere: si potrà esprimere la doppia preferenza votando un uomo e una donna. 

AFFLUENZA ALLE ORE 19

ALTA VAL TIDONE 54,05% (1478 VOTANTI SU 2734)

CASTELVETRO 47,90% (2119 SU 4423)

FERRIERE 42,07% (696 SU 1654)

AFFLUENZA ALLE ORE 12

ALTA VAL TIDONE 25,6% (700 VOTANTI SU 2734)

CASTELVETRO 25,48% (1127 SU 4423)

FERRIERE 22,01% (364 SU 1654)

Nel 2013 si votava in due giornate. Alle 12 della domenica andò a votare il 15,90 per cento a Castelvetro e il 14,41 a Ferriere. Il comune di Alta Val Tidone all'epoca non esisteva ancora. 

Tre liste in corsa ad Alta Val Tidone

Alta Val Tidone invece è al voto per la prima volta come neonato comune: è il frutto della fusione di tre comuni valtidonesi: Pecorara, Caminata e Nibbiano. Qua si sono presentate ben tre liste. La lista civica “Radici e Futuro” vede come candidato sindaco il 52enne Franco Albertini, già sindaco di Pecorara per 14 anni. La lista è appoggiata da Fratelli d’Italia, Forza Italia provinciale e dai Liberali Piacentini. Con Albertini sono candidati Andrea Aradelli, Danilo Boselli, Paolo Brega, Andrea Chinelli, Giovanni Dotti, Stefano Fulgosi, Sandro Genesi, Thomas Manfredi, Valentino Matti, Fabio Razza, Simona Traversone, Michela Picchioni. La lista civica "Insieme per Alta Val Tidone" vede come candidato sindaco il 46enne Daniele Cassi. La lista è appoggiata dalla Lega Nord e da Forza Italia a livello regionale e comunale. Con Cassi sono candidati Monica Pietrasanta, Franco Novara, Cristian Galvani, Luca Cassi, Giovanna Marin, Tania Lupi, Matteo Belli, Valter Radicelli, Massimo Gattoni, Diego Toccalini, Gian Pietro Ballerini, Vladimir Leonardo Vanelli. La lista civica "Tidone Nontilascio" vede come candidato sindaco il 66enne Augusto Ridella. Avvocato, Ridella non ha voluto apparentamenti partitici per queste Elezioni. Con Ridella sono candidati Fabrizio Buccellini, Enrica Capelli, Enrico Alessandro Caruso, Ilenia Coroli, Giorgio Ferrari, Stefano Giusivi, Maurizio Maffi, Roberta Politi, Ernesto Pozzi, Dino Guido Rinoldi, Renzo Scarani, Gianluca Valorosi.

Franco Albertini-2-3-2 Daniele Cassi-2 Augusto Ridella-2

(nella foto i candidati sindaco Albertini, Cassi e Ridella)

1-5-2

A Ferriere la sfida è tra Mainardi e Malchiodi

A Ferriere sono due le liste civiche in corsa: quella del sindaco uscente Giovanni Malchiodi e quella dell’ex vicesindaco Giampaolo Mainardi. La lista della maggioranza uscente è “Ferriere continuare insieme, Malchiodi sindaco”. Il candidato sindaco è Giovanni Malchiodi, 60enne imprenditore agricolo di Grondone di Ferriere già presidente della Cia (l’associazione degli agricoltori) di Piacenza. Con lui sono candidati Paolo Scaglia, Paolo Toscani, Lodovico Balderacchi, Cristian Bergonzi, Ermanno Preli, Alice Agogliati, Fabio Casella, Antonio Labati. La lista dello sfidante è “Lista civica per Ferriere-Mainardi sindaco” e vede come candidato sindaco il 63enne Giampaolo Mainardi, geometra del capoluogo Ferriere. Con Mainardi sono candidati anche Girolamo Barbieri, Mattia Bergonzi, Gianluca Bonvicini, Alessandro Castellotti, Marta Carini, Roberto Maloberti, Livio Pareti, Francesca Regano, Pietro Roffi, Giuseppe Sordi.

mainardi malchiodi-2

(nella foto i candidati sindaco Mainardi e Malchiodi)

3-3-3

A Castelvetro la sfida è tra Paola Baroni e Luca Quintavalla

È tra il sindaco uscente Luca Quintavalla e la consigliera comunale di minoranza Paola Baroni, la sfida alla Elezioni Comunali del 10 giugno a Castelvetro. Quintavalla, 45 anni, si presenta con una lista civica, “Castelvetro per te”, e candida, oltre a cinque nuovi volti (Sergio Bussi, Valerio Demaldè, Alessandro Mazzocchi, Manuela Pagani, Viviana Tacchinardi) anche quattro dei suoi attuali assessori e tre consiglieri: Chiara Bruni (assessore ai Servizi Sociali, Sanità, Scuola, Politiche giovanili, Cittadinanza attiva), Pier Luigi Fontana (deleghe ai Lavori Pubblici, Cultura, Promozione del territorio, Rapporti con le associazioni e con le frazioni), Silvia Granata (vicesindaco e assessore allo Sviluppo Economico, Personale, Politiche intercomunali), Massimo Zerbini (assessore allo Sport e tempo libero, Ambiente, Agricoltura, Semplificazione e sviluppo informatico), Barbara Rossi, Alessandro Fruchi, Giuseppe Calò (consiglieri). La 45enne Paola Baroni, avversaria di Quintavalla, è a capo della lista “Vivi Castelvetro”, appoggiata da i partiti di centrodestra: Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega Nord. Tra chi sedeva nei banchi della minoranza insieme a lei in questi ultimi cinque anni c’è Mario Superti. Con lei, oltre a Superti, anche Ugo Barbieri, Andrea Bricchi, Maura Gandolfi, Stefania Mancin, Claudio Milazzo, Elisabetta Renzi, Marina Luisa Scolari, Filippo Sidoli, Andrea Spelta, Paolo Targon, Stefano Zendrini.

Paola Baroni e Luca Quintavalla-2

(nella foto i candidati sindaco Baroni e Quintavalla)

2-3-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento