Caronna: “Accresciamo la dimensione europea della nostra Regione”

Il segretario regionale del Partito Democratico, Salvatore Caronna, si candida al parlamento di Strasburgo. “Siamo una grande regione europea” ha detto ai nostri microfoni “il nostro compito deve essere quello di costruire una Europa con istituzioni forti”

Il fatto che sia nato Sackingen, in Germania, sembra porlo già in una dimensione europea. Ma è più italiano che mai, Salvatore Caronna, 45 anni. E' cresciuto a Bologna, dove ha mosso i primi passi nel movimento degli studenti e successivamente nell’associazionismo. Una vita in politica, fino alla segreteria del Partito Democratico dell'Emilia – Romagna, al cui vertice è stato eletto nelle Primarie del 14 ottobre 2007.

Consigliere regionale dell’Emilia-Romagna e membro della Direzione nazionale del Partito Democratico, Caronna è pronto per la sua prossima sfida: il parlamento di Strasburgo.
  Gli scenari del mondo stanno cambiando: il nostro compito deve essere quello di costruire una Europa con istituzioni forti  

Come mai ha deciso di candidarsi alla sfida europea?

Quello del 6 e 7 giugno è un voto molto significativo sia per il nostro Paese che per l’Europa. Per mantenere i propri livelli di eccellenza, a maggior ragione durante questo difficile periodo di crisi globale, il sistema dell'Emilia-Romagna ha bisogno sempre più di pensare ed agire con la mente, lo sguardo ed il corpo rivolti all'Europa. Siamo una grande regione europea e gran parte dei nostri rapporti e relazioni sono intessuti, e sempre più dovranno esserlo in futuro, con altri territori ed aree geografiche dell'Unione. Ho perciò deciso di mettere a disposizione il bagaglio di competenze che ho maturato nella mia esperienza politica, per contribuire ad accrescere la dimensione europea della nostra regione e dei nostri territori, perché siano in grado di essere più preparati ad affrontare le difficili sfide del presente e del futuro.

Il programma da portare in Europa: per gli italiani, per gli europei…

Mancano poche settimane al voto, ma le ripercussioni di queste elezioni sono destinate a durare per molto tempo. I prossimi anni saranno decisivi per fare fronte a temi come l’ambiente, l’economia, l’immigrazione, i giovani, e l’Europa è l’elemento determinante per poter affrontare e governare questi problemi. Gli scenari del mondo stanno cambiando rapidamente con nuovi protagonisti che si affacciano con forza sulla scena mondiale, il nostro compito deve essere quello di costruire una Europa con istituzioni forti, con una politica estera comune, con una unica voce sulle grandi questioni, per poter contribuire in maniera decisiva al governo di questa nuova epoca.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento