menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Maria Lucia Girometta

Maria Lucia Girometta

Emergenza abitativa: «Che risultati ha raggiunto l'agenzia della locazione?»

Maria Lucia Girometta in un'interrogazione a risposta urgente: «L'agenzia per la locazione potrebbe essere, se operativa con efficienza, uno strumento utile al fine di arginare il disagio abitativo che costituisce ormai un'emergenza sociale»

Il consigliere comunale Maria Lucia Girometta ha proposto un'interrogazione a risposta urgente: 

"Premesso che: 

Il 3 dicembre 2008 veniva sottoscritto, con il coordinamento della Provincia di Piacenza, tra la stessa, i Comuni capo Distretto (Piacenza, Fiorenzuola e Castel San Giovanni), l'Azienda Casa Emilia-Romagna (ACER), la Fondazione di Piacenza e Vigevano, le organizzazioni sindacali confederali, dei piccoli proprietari di casa, degli inquilini, l'Associazione Industriali, le organizzazioni di rappresentanza del mondo cooperativo, la Camera di Commercio e Caritas il Protocollo di Intesa per la gestione dell'Agenzia per la locazione della Provincia di Piacenza; successivamente al Protocollo aderivano i Comuni di Rottofreno, Carpaneto P.no, Gragnano Treb., Morfasso, Sarmato.

Lo scopo dell'istituzione dell'agenzia era quello di incrementare l'offerta abitativa in affitto e di favorire l’accesso al mercato delle abitazioni in affitto da parte di fasce sociali non assistite dal sistema dell’edilizia residenziale pubblica (ERP) e, in generale, da parte di famiglie in condizioni di disagio abitativo, giovani coppie, lavoratori in mobilità territoriale, studenti universitari.

La sua attività si sostanziava nel reperire alloggi sul mercato privato, stipulare i contratti di locazione con i relativi proprietari, raccogliere le richieste e formare gli elenchi per la sublocazione degli alloggi, stipulare i relativi contratti, nonché gestire il Fondo di rotazione, istituito per garantire gli adempimenti contrattuali dei sublocatari, rendicontandone l’utilizzo al Tavolo di coordinamento presieduto dalla Provincia.

Il Protocollo, all'art. 7, stabiliva una durata di tre anni dalla data della sua sottoscrizione, con possibilità di rinnovo alla scadenza.

Nei tre anni di gestione, l'Agenzia ha fornito una risposta alle situazioni di disagio abitativo attuando azioni per migliorare il soddisfacimento dell’esigenza abitativa all’interno del mercato privato dell’affitto, in coerenza con il Regolamento approvato dal Tavolo di coordinamento dell'Agenzia.

Al fine di rilanciare l'azione dell'Agenzia, il Comune di Piacenza ha ritenuto opportuno lavorare alla redazione e sottoscrizione di un nuovo Protocollo, con la partecipazione dei soggetti coinvolti, ut supra.

L'agenzia per la locazione potrebbe essere, se operativa con efficienza, uno strumento utile al fine di arginare il disagio abitativo che costituisce ormai un'emergenza sociale; le problematiche abitative prima coinvolgevano prevalentemente le categorie più marginali, ma, con il tempo, si sono allargate a fasce più ampie della popolazione.

L'Agenzia, in particolare, potrebbe portare effetti positivi soprattutto con riferimento alla cosiddetta "fascia grigia" di popolazione che non è equiparabile alle "fasce sociali" più deboli assistite dal sistema di edilizia residenziale pubblica (ERP); si tratta di una fascia di popolazione esclusa dall’ERP, per capacità di reddito, ma che fatica a sostenere i canoni di locazione del mercato libero.

Ciò premesso, stante l'emergenza abitativa e la situazione di disagio crescente su questo fronte chiedo al sindaco e all'assessore competente se il protocollo/convenzione d'intesa per l'Agenzia della Locazione della Provincia di Piacenza sia stato sottoscritto, da quali soggetti, se l'Agenzia è operativa e, nel caso, quali sono i dati e risultati raggiunti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento