Esodati, Murelli (Lega): «Ennesima presa in giro per i commercianti, basta vuote illusioni»

«Lavoratori che si trovavano privi dell’indennizzo che spetterebbe loro, bloccati in un limbo senza le giuste tutele», dichiara la deputata della Lega

Murelli

«I lavoratori esodati del commercio pretendono risposte celeri per vedere riconosciuto il proprio sacrosanto diritto di andare in pensione. La maggioranza giallofucsia continua a illudere questi lavoratori, senza risolvere il problema. Eppure la soluzione era stata tracciata, grazie alla Lega, dal precedente governo: proprio per indennizzare i commercianti, costretti a chiudere le proprie attività per crisi tra il 2017 e il 2018, abbiamo riattivato, con un nostro emendamento, il Fondo strutturale, che il Pd nel 2016 aveva cancellato. Il problema è sorto da una circolare Inps a maggio di quest'anno, che ha vietato la richiesta di indennizzo a quegli esercenti costretti a chiudere la propria attività nel biennio 2017-2018 e che ancora non avevano raggiunto i contributi necessari alla pensione. Questi lavoratori si trovavano privi dell’indennizzo che spetterebbe loro, bloccati in un limbo senza le giuste tutele», dichiara la deputata della Lega Elena Murelli.

«Grazie all’intervento della Lega, con mie specifiche interrogazioni e alla risposta del già sottosegretario Durigon, avevamo creato i presupposti per una soluzione di tipo strutturale, che andasse a correggere questa stortura, con una semplice e nuova circolare da parte dell’Inps. Il governo giallofucsia, anziché procedere in questa direzione, ha invece pensato bene di inserire un emendamento al Dl Imprese, che significa emanazione di decreti attuativi e quindi mesi di attesa». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Il rischio è che questi impegni vengano disattesi e la questioni resti irrisolta: un'illusione pura e semplice sulla pelle di migliaia di commercianti che legittimamente pretendono il proprio indennizzo. Un pessimo segnale dalla maggioranza giallorossa Pd-Renzi-Cinque Stelle-Leu che si dimostra sprezzante delle esigenze dei cittadini e delle imprese, distante dal mondo reale e ben attaccata alle poltrone. In Umbria i cittadini hanno detto chiaramente cosa pensano di questo governo abusivo dell'inciucio: ora sarà la volta dell'Emilia Romagna dare la spallata decisiva», conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Bimbo di un anno in ospedale per cocaina, arrestati i genitori e i nonni

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Mi dispiace per quanto ho fatto, mi hanno aggredito e mi sono solo difeso»

  • Ricette piacentine: la torta di patate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento