rotate-mobile
Politica Centro Storico / Via Camillo Benso Cavour

Ex laboratorio pontieri, partono i lavori per le due palestre

Al via i lavori di riqualificazione del complesso, che in 15 mesi porteranno alla realizzazione di due nuove palestre all’avanguardia destinate alle scuole e alla cittadinanza

Nella mattinata di venerdì 27 luglio 2018, nell’area dell’ex laboratorio pontieri di Piacenza, è stato ufficialmente dato il via ai lavori di riqualificazione del complesso, che porteranno alla realizzazione di due nuove palestre all’avanguardia destinate alle scuole e alla cittadinanza.

La presentazione si è aperta con i saluti e i ringraziamenti del presidente della provincia Francesco Rolleri, che ha voluto sottolineare come il progetto sia «il frutto di una semina fatta nel corso degli ultimi quattro anni e risponda alle esigenze sportive della città, degli studenti e delle società cittadine».

Il sindaco Patrizia Barbieri, dopo aver ricordato l’indispensabile lavoro di squadra nella realizzazione del progetto, ha voluto mettere l’accento su quanto c’è ancora da fare: «Ho guardato il filmato di presentazione con piacere e angoscia, relativamente a tutto quello che nell’area compete al comune. E’ una ricchezza, una città nella città, ma è anche una grande responsabilità capire come destinare al meglio i rimanenti spazi da riqualificare, facendo le giuste scelte a beneficio della città».

La professoressa Guastoni, coordinatrice di educazione fisica dell’ufficio scolastico territoriale, ha spiegato come questo progetto sia contemporaneamente «un traguardo e una linea di partenza», sottolineando in particolar modo la professionalità dei docenti, che «hanno saputo motivare i ragazzi e tenere alta l’idea dell’educazione fisica nonostante fossero spesso costretti a lavorare in spazi angusti e non sempre idonei, con alternanze e continui spostamenti».

«Questo era un impegno che mi ero preso da sindaco e che non ero riuscito ad ottemperare, ma all’epoca non eravamo in buoni rapporti con il demanio», ha scherzato il direttore dello stesso, Roberto Reggi.

«Oggi però siamo a festeggiare questo evento e io, dalla mia parte, ho cercato di dare una mano. Fondamentale è che tutti i beni non strategici siano stati rilasciati progressivamente agli enti locali, grazie al federalismo demaniale: dalle nostre posizioni siamo tutti impegnati a dare il meglio di noi e credo che oggi l’abbiamo fatto».

In rappresentanza della soprintendenza, l’architetto Patrizia Baravelli ha spiegato come il lavoro sia estremamente interessante e complesso, in quanto la ricostruzione dovrà tener conto degli edifici circostanti vincolati, come ad esempio Palazzo Farnese, con interventi mirati e che non vadano ad impattare negativamente con l’ambiente.

L’intervento costerà complessivamente 4 milioni di euro e una delle due palestre potrà ospitare competizioni agonistiche, vista la presenza di tribune con circa 200 posti a sedere, rappresentando anche un risparmio relativamente agli affitti fino ad ora pagati a privati per 3 diverse location.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex laboratorio pontieri, partono i lavori per le due palestre

IlPiacenza è in caricamento