rotate-mobile
Politica

Facsal, Cavalli: «Il bocciodromo e la pista di pattinaggio verranno riqualificati»

L’assessore allo sport: «La consegna della struttura era prevista per il 20 ottobre, ma il titolare ha chiesto un rinvio a data da destinarsi»

Gli impianti del bocciodromo e la pista di pattinaggio del Facsal verranno riqualificati da chi ha appena vinto la gara. Lo ha comunicato l’assessore allo sport e al commercio Stefano Cavalli, rispondendo in Consiglio comunale all’interrogazione di Roberto Colla (Piacenza Oltre). La gestione dei due impianti e dei due chioschi (uno all’interno degli impianti, l’altro è il noto Old Facsal) è stata assegnata alla società podenzanese “Baronetto Srl” di Carlo Becciu, dietro al corrispettivo di 15mila euro all’anno al Comune. Questo dopo che nell'estate 2021 tutto è rimasto fermo. Cavalli ha comunicato che saranno rifatti lo spogliatoio, la tinteggiatura dei rivestimenti e la tribuna inagibile verrà sistemata. «Faremo controlli periodici per prevenire il degrado della struttura», promette l’assessore. Inoltre subirà un restyling anche la pista di pattinaggio. «Per quanto riguarda il bocciodromo – ha aggiunto l’assessore - la superficie è stata dichiarata inagibile dall’ultimo gestore, perciò verrà rifatto il campo con un manto sintetico, un materiale adatto ai nuovi campi di bocce. Ci auspichiamo che il prossimo anno i due impianti vengano riaperti per riutilizzare quest’area». Ma Cavalli ha anche spiegato che nonostante l’assegnazione alla “Baronetto”, la società non è ancora entrata nella struttura. «Hanno presentato la polizza assicurativa e le garanzie necessarie come fidejussione. Il 15 ottobre scorso hanno sottoscritto il contratto. Il 20 ottobre avremmo dovuto consegnare l’impianto, ma il titolare ha chiesto un rinvio a data da destinarsi della consegna».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Facsal, Cavalli: «Il bocciodromo e la pista di pattinaggio verranno riqualificati»

IlPiacenza è in caricamento