rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Le novità

Fantini: «Lidl ha sbagliato ma ora è disponibile al dialogo»

Anche il parcheggio del supermercato di via Emilia Pavese, dopo via Calciati, diventa a pagamento. Rabuffi: «Sono parcheggi privati ad uso pubblico, blocchiamo tutto». Incontro tra l’assessore e la società

Il colosso della grande distribuzione “Lidl” non solo chiude il parcheggio di via Calciati, ma rilancia non permettendo più la sosta anche in quello di via Emilia Pavese. Sulla questione è tornato Luigi Rabuffi, consigliere di “Alternativa per Piacenza”, che per primo aveva sollevato su questo giornale la questione. «Lidl - ha detto in aula consiliare - ci aveva già provato nel 2021, senza successo, ad escludere il quartiere di via Calciati, ma l’assessore all’urbanistica dell’epoca, Erika Opizzi, spiegò che questo era “un parcheggio privato ad uso pubblico”, ovvero un’area ad uso di tutti, che era il presupposto per la trasformazione di quell’area in commerciale. A questo punto suggerisco al Comune di “bloccare tutto”: se il parcheggio non è pubblico, allora l’area non è più commerciale».   

Nel frattempo l’assessore all’urbanistica Adriana Fantini, proprio nelle scorse ore, ha incontrato una rappresentanza di Lidl, per chiarire la situazione. «Lidl ha commesso un atto illegittimo - precisa Fantini - chiedendo di far pagare la sosta in un’area che non può essere soggetta ad una tela operazione. Però ribadisco che non esistono atti e accordi ufficiali sottoscritti tra le parti. La società ha capito la situazione, ha sbagliato e ci incontreremo nuovamente per risolvere la questione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fantini: «Lidl ha sbagliato ma ora è disponibile al dialogo»

IlPiacenza è in caricamento