rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Politica Castel San Giovanni

Fd’I: «Sul pronto soccorso di Castello promesse mai mantenute»

Il gruppo castellano di Fratelli d’Italia: «La situazione non cambia, siamo rimasti fermi a tre anni fa»

«“Scusi sto male, ho avuto problemi cardiaci, sono stata operata al cuore, signora scusi ma stiamo chiudendo risponde l’infermiera. Questo è quanto accaduto ad una signora di oltre 70 anni alle 19.45 di questa sera 30 giugno al Pronto Soccorso, o almeno quello che ne rimane, di Castel San Giovanni, non al supermarket o dal salumiere o panettiere del quartiere. Dopo alcuni minuti durante i quali la signora implorava di essere vista da un cardiologo (“qui mi conoscono tutti ripeteva”) mossi a pietà le hanno fatto un elettrocardiogramma. “Signora si ricordi però che per esaminare la refertazione deve andare a Piacenza”. Si sono scritti tanti articoli di denuncia sul depotenziamento del nosocomio castellano, mille scuse si sono trovate per giustificarne la chiusura temporanea: prima il covid, che oggi non è più fortunatamente un’emergenza, poi la riorganizzazione, poi ancora il covid, le promesse mai mantenute dell’ex dg Baldino di venire in Consiglio Comunale a descrivere il progetto di sviluppo manageriale predisposto per l’ospedale di Castel San Giovanni. Tutto è rimasto fermo ormai a quasi tre anni fa. Arrivati a questo punto, non è più solo una mera questione politica, una bagarre tra partiti, correnti o polemiche, qui si tratta di un vero, autentico e gravissimo problema sanitario che mette quotidianamente la salute dei cittadini castellani e della vallata in serio pericolo. La difesa dell’ospedale castellano deve essere prerogativa di tutti, senza colori politici».

Il gruppo castellano di Fratelli d’Italia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fd’I: «Sul pronto soccorso di Castello promesse mai mantenute»

IlPiacenza è in caricamento