Strade, Ferrari (Udc): "Mettete in sicurezza l'alta Val Nure"

Consiglio provinciale. Mozione (accolta) di Ferrari (Udc) sulla provinciale tra Bettola e lo Zovallo: "Troppe criticità, potevano essere spesi meglio i soldi di Gariga". Bursi: "Pronti interventi tra Farini e Ferriere". Interrogazione di Dosi (LN) sulla pillola abortiva. Gallini (Welfare): "Ausl assicura che tutto viene fatto nel pieno rispetto delle procedure mediche vigenti"

«La strada provinciale della Val Nure tra Bettola ed il passo dello Zovallo continua ad essere caratterizzata da una viabilità insicura», ha messo in evidenza il consigliere Bruno Ferrari (Udc) in una mozione accolta all'unanimità dal Consiglio provinciale di oggi pomeriggio. In particolarità Ferrari ha esortato con decisione l'amministrazione a risolvere in tempi brevi le criticità che compromettono la sicurezza del tratto.

"SOLDI BUTTATI QUELLI TRA GARIGA E PODENZANO" - «Chiedo alla giunta - è l'ultimatum di Ferrari - di incaricare dei tecnici che in due mesi facciano un sopralluogo e redigano un progetto di riqualificazione dell'arteria. I 5 milioni spesi per due chilometri tra Gariga e Podenzano - ha accusato - sono soldi buttati al vento. Era invece prioritario tenere conto della pericolosità della strada in alta Val Nure per quanto riguarda i dissesti del manto, delle curve, delle barriere e dei ponticelli che si sgretolano». Proposta, quella di Ferrari, che ha trovato concorde sull'indirizzo richiesto anche il capogruppo del Pd. «La minoranza - ha affermato Marco Bergonzi - si dichiara favorevole alla mozione come segno di attenzione alla montagna. Sul versante ligure dell'Appennino - ha motivato - è aumentata la residenzialità grazie agli interventi sulla viabilità».

"BOIARDI: "E LA CAMIA?" - Secondo Tommaso Foti (Pdl) esiste però «una determinazione di fine aprile che prevede interventi fra Bettola e lo Zovallo, ma bisogna comunque porre certi problemi alla Regione per ottenere finanziamenti , convocando prima un incontro tra rappresentanti degli Enti e parlamentari». «Esisteva un progetto i cui costi oggi sono esagerati e la variante di Camia te la dimentichi» ha invece replicato più volte Gianluigi Boiardi (Nuovo Ulivo) rivolgendosi direttamente a Ferrari.

GLI INTERVENTI - «Per l'alta Val Nure - ha ribattuto Sergio Bursi, assessore a Infrastrutture e Viabilità - sono pronti 350mila euro per un intervento a Ferriere e un altro tra Farini e Ferriere chiesto alla Regione. Per la Camia ho un progetto da 10 milioni e 350mila euro». Il presidente Massimo Trespidi ha tuttavia assicurato che «non sarà lasciato nulla di intentato per migliorare la viabilità dell'alta Valnure», ponendo l'accento su «un accordo di legislatura tra la Provincia e la nuova giunta regionale».

 PROBLEMA ANNOSO - «Della variante - ha aggiunto - ne hanno parlato le due giunte Squeri e quella di Boiardi: non possiamo fare in un anno quello che gli altri non hanno fatto in quindici. Migliorie possono essere fatte anche a valle, ma bisogna verificare se saranno compatibili con le scelte della Regione. Sulle infrastrutture ci vuole perché se tutti ci crediamo possiamo portare in Regione un consenso generale del territorio».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

PILLOLA ABORTIVA - La pillola abortiva è al centro di un’interrogazione presentata da Massimiliano Dosi, attraverso cui il capogruppo leghista ha chiesto di «assumere informazioni sulla procedura di somministrazione della Ru486 nelle strutture ospedaliere piacentine» e di «verificare se l’espulsione dell’embrione avvenga effettivamente nei luoghi preposti». «Non intendo assumermi il compito di esprimermi pro o contro l’aborto – ha precisato – in quanto ciò spetta alla coscienza di ognuno».Una risposta «condizionata dall’essere medico» è quella fornita dell’assessore al Welfare Pierpaolo Gallini, che ha spiegato le fasi e le complicazioni dell’aborto. «L’Azienda Usl – ha riferito – ci ha assicurato di riferirsi agli indirizzi regionali circa la sicurezza della donna e il rispetto delle procedure mediche».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento