Ferriere, Mainardi: «Difesa spondale del Grondana collocata male»

Il consigliere di minoranza scrive alla Provincia di Piacenza in merito alla realizzazione di alcuni lavori nel torrente Grondana a Ferriere. Opizzi (Fd'I): «L'ente se ne lava le mani»

Il consigliere di minoranza a Ferriere Alessandro Mainardi prende carta e penna e scrive alla Provincia di Piacenza, segnalando – a parer suo – l’inadeguatezza dell’intervento di difesa spondale nel capoluogo nel tratto riguardante il torrente Grondana. «Sono stati portati massi ciclopici come difesa spondale – scrive Mainardi -, purtroppo i massi sono stati posizionati sopra il piano di scorrimento del torrente, con il rischio che con le prime piene, l’opera possa essere scalzata». Secondo il consigliere l’opera andava realizzata ad un livello inferiore di 1,5-2 metri. Mainardi fa notare la cosa alla Provincia con una missiva. L’ente – nella figura del dirigente Stefano Pozzoli – ha replicato alla critica spiegando che è di sua competenza il solo lavoro di somma urgenza – come quello avvenuto nel Grondana dopo l’alluvione del 14 settembre scorso -  per il ripristino della sicurezza delle infrastrutture danneggiate. «L’intervento nel Grondana – fa sapere la Provincia – è stato concordato con il Servizio tecnico di Bacino, ente competente sui corsi d’acqua. In regime di ordinarietà la Provincia non può occuparsi di ambiti non ricadenti nelle sue dirette competenze».

Sulla questione prende una posizione anche Fratelli d’Italia. «La risposta della provincia di Piacenza – commenta l’esponente Erika Opizzi - è quanto meno sconcertante. A fronte della pronta segnalazione di un amministratore, cittadino di Ferriere,nella quale si segnala che le fondazioni della massicciata realizzata nell'alveo del torrente Grondana per difendere la strada provinciale del Mercatello sono state realizzate a una quota superioriore di ben 2 metri rispetto alla quota di scorrimento dell'acqua, con la conseguenza che in un prossimo futuro il torrente passi sotto tali fondazioni e che le danneggi irrimediabilmente,la Provincia pilatescamente  se ne lava le mani, rimbalzando la responsabilità ad altri enti. Infatti, una volta eseguito il lavoro di messa in sicurezza della strada a seguito del l'alluvione del settembre scorso, l'ente non ritiene di dover intervenire al fine di evitare l'erosione delle fondamenta. erika opizzi ok 2015-2

Questa è la dimostrazione che i nostri timori paventati al tempo della grande alluvione del settembre scorso erano fondati. Avevamo detto che bisognava cogliere l'occasione per fare interventi strutturali tali da garantire la sicurezza delle strade e dei cittadini. Ricordo al riguardo che anche dopo l'alluvione dell'ottobre 2014 che aveva colpito il comune di Ferriere erano stati fatti interventi non di tipo strutturale: la Provincia di Piacenza e la Regione - con l'assessore Gazzolo - avevano erogato qualche fondo (dopotutto era in atto la campagna elettorale per le elezioni regionali), del tutto insufficiente a ripristinare la situazione. Oggi per l'ennesima volta abbiamo la dimostrazione che, nonostante i milioni sbandierati dal Presidente Rolleri e dall'Ass. Gazzolo, le opere strutturali straordinarie necessarie per salvaguardare la nostra montagna e i suoi abitanti non sono state eseguite. Non si è provveduto alla pulizia dei torrenti con rimozione dei detriti e abbassamenti dei greti, non si sono ripristinare opere idrauliche di rallentamento dell'acqua e di difesa delle sponde se nn in prossimità dei paesi. Si è intervenuti per la fase emergenziale, ma adesso, dopo 6 mesi, le citate autorità politiche devono garantire le opere necessarie come quella richiesta dal consigliere Mainardi. Il Grondana infatti con il tempo eroderà la base della strada così come costruita dalla Provincia: bisogna dunque intervenire subito, sopratutto se sollecitati. Meglio prevenire che piangere (ancora) dopo».
 

IMG_1144-3

IMG_1145-2

IMG_1146-2

IMG_1147-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento