Politica

Festa della Liberazione, il Pd: «Un fiore sotto targhe, cippi e lapidi»

Per il secondo anno di fila non sono previste commemorazioni pubbliche. L’iniziativa del Partito Democratico per ricordare comunque il significato del 25 Aprile e omaggiare i partigiani caduti

«A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria – interviene la segreteria provinciale del Partito Democratico - per il secondo anno consecutivo, non potremo essere tutti uniti in Piazza a festeggiare il 25 aprile come abbiamo fatto in tutti questi anni. Il Partito Democratico Piacentino ci tiene a manifestare però la sua adesione alla splendida iniziativa promossa dall’Anpi Nazionale Strade di Liberazione che prevede di deporre un fiore sotto a targhe, cippi e lapidi in memoria dei partigiani che sono caduti per difendere la nostra libertà. Pertanto, domenica 25 aprile alle ore 16 gli iscritti piacentini dei 26 circoli provinciali, nel rispetto delle normative vigenti, onoreranno questa iniziativa in tutta la provincia deponendo un fiore in ricordo di chi è caduto per difendere la nostra democrazia, cantando assieme “Bella ciao” e ricordando ancora una volta che il fascismo, in ogni sua forma, è un reato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della Liberazione, il Pd: «Un fiore sotto targhe, cippi e lapidi»

IlPiacenza è in caricamento