Fondo di garanzia, quasi 650 milioni di liquidità in sei mesi per le piccole e medie imprese piacentine

Zanichelli (M5s): «Un grande aiuto alle nostre imprese che il Movimento 5 Stelle si impegna a prorogare»

101 miliardi di euro di prestiti garantiti dallo Stato a livello nazionale, di cui oltre 10 miliardi per la regione Emilia-Romagna e quasi 650 milioni di euro soltanto per le piccole e medie imprese del Piacentino nell’arco di soli sei mesi. «Questi numeri, comunicati ieri dal Mediocredito Centrale, sanciscono il grande successo del potenziamento del Fondo di Garanzia per le Pmi introdotto dal decreto Liquidità della scorsa primavera» commenta in una nota il deputato del M5S Davide Zanichelli, membro della VI Commissione Finanze. «Benissimo fece lo scorso maggio il M5S a volere il rafforzamento di questo fondo, senza il quale tante piccole e medie imprese anche della nostra provincia non avrebbero potuto ottenere la liquidità necessaria per sopravvivere alla crisi innescata dalla pandemia. Ora l’economia della nostra provincia può contare su 650 milioni di euro in più per le imprese, i loro dipendenti e i loro fornitori».

«Vale la pena sottolineare - prosegue Zanichelli - che sono state accolte oltre un milione e 250mila domande, di cui ben 975mila per i prestiti con garanzia del 100% per importi fino a 30mila euro. Nel Piacentino, per esempio, sono state ben 4.832 le domande accolte per questo genere di prestiti. Un fatto che ci dà molta soddisfazione in quanto in Commissione abbiamo insistito particolarmente per migliorare le condizioni dei prestiti di importo “a misura di Pmi”, eliminando ogni valutazione del credito e proponendo che la restituzione potesse avvenire in un ampio arco temporale, cioè a dieci anni».

«Vedere che il lavoro svolto sta effettivamente dando un grande aiuto all’economia del nostro territorio ci conforta. Ma non è il momento di fermarsi: gli effetti della pandemia purtroppo sono destinati a perdurare e pertanto il M5S è deciso a lavorare allo scopo di prorogare la misura anche oltre il limite del 31 dicembre. Piacenza e provincia devono poter contare su altri aiuti e altra liquidità finché non si tornerà alla normalità», aggiunge l’esponente pentastellato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento