Formigoni a Piacenza a sostegno di Ncd-Udc: «Rimaniamo di centrodestra»

Il "celeste" presente in città a un incontro in vista delle elezioni Regionali: «Non ci hanno voluto nella lista unitaria, ma rimaniamo di centrodestra, pur correndo da soli». Presente anche l'ex ministro Giovanardi

Giovanardi, Tribi, Formigoni e Gallini

Due esponenti del Nuovo Centrodestra a livello nazionale, Roberto Formigoni, ex presidente della Regione Lombardia, e il modenese Carlo Giovanardi, hanno presenziato all’EuroHotel di via Colombo a un’iniziativa della lsita Nuovo Centrodestra-Udc per le prossime elezioni Regionali. Formigoni, il “celeste”, ha spiegato i motivi della sua entrate in Ncd e il perché destinare il voto alla lista di Ncd-Udc "Emilia-Romagna popolare". «Perché siamo – ha spiegato - l'unico partito coerente del centrodestra: noi continuiamo a difendere la libertà d'impresa, la libertà di educazione, la famiglia e l'idea di uno ente pubblico meno invadente. In una fase difficile del nostro Paese in cui con il PdL eravamo al governo su mandato di Berlusconi, è stato poi lo stesso Berlusconi a tirarsi indietro, e noi abbiamo voluto dare vita al Nuovo Centrodestra per rimanere al governo in questa situazione delicata, per fare in modo che ci fosse e ci sia tuttora una iniziativa riformista che serve all'Italia. In Emilia Romagna corriamo da soli, perché Forza Italia non ha voluto una lista unitaria del centrodestra. Ma noi siamo e rimaniamo del centrodestra. Il rischio in queste elezioni purtroppo è quello dell'astensionismo, vista anche la recente indagine giudiziaria sui rimborsi ai consiglieri regionali. Ma il non andare a votare è peggio del lamentarsi di questa situazione».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 «La politica deve continuare – ha invece dichiarato l’ex ministro Giovanardi - a fare un servizio alla gente e non approfittarsene dei soldi pubblici come abbiamo visto in questa recente indagine giudiziaria. Noi non abbiamo cambiato vestito, i nostri orientamenti di fondo sono quelli del movimento popolare europeo. E non solo crediamo in questi valori della tradizione popolare, ma anche in quelli dello sviluppo economico, della mobilità sostenibile e nelle nuove energie sostenibili e rinnovabili per il rilancio del nostro territorio. Per fare tutto questo dobbiamo abbattere l'asfissiante mentalità burocratica che ancora affossa questo Paese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento