Forza Italia a fianco di Barbieri: «Al lavoro perché Piacenza rialzi la testa»

Patrizia Barbieri invitata da Jonathan Papamarenghi, segretario provinciale di Forza Italia, e dal vicecoordinatore regionale Fabio Callori, ha incontrato candidati, simpatizzanti del partito e i piacentini che hanno voluto approfittare dell’incontro per un confronto a tutto campo sul futuro della città. Il programma elettorale –verrà presentato ai piacentini nei prossimi giorni – ha come fondamento la volontà di non lasciare indietro nulla: “Piacenza oggi ha sì bisogno di interventi qualificanti e di ampia portata, ma da subito deve muoversi con attenzione alle piccole questioni che ogni cittadino vede nel quotidiano, e che stanno dando l’immagine di una città allo sbando”. “Sentendo le dichiarazioni del candidato Rizzi -ha detto Barbieri- è evidente che lo stesso non abbia neanche la consapevolezza delle criticità della Piacenza di oggi: se non ne ha cortezza non potrà neanche occuparsene come serve da subito”.

Durante la serata, dove l’ha fatta da padrone il confronto a tutto campo Patrizia Barbieri grazie a numerosissime domande del pubblico. “Stiamo già lavorando – ha detto il candidato del centrodestra facendo alcuni cenni ai contenuti del programma- a un nuovo piano del traffico, con una visione d’insieme che oggi manca ma anche con alcuni interventi minimi che da subito migliorerebbero la situazione. I confini di Piacenza non iniziano con il Corso e finiscono con Piazza Cavalli:intendiamoiniziare un lavoro serrato con le periferie, con tutti i quartieri, incontrandochi abita nelle case popolari ed i piccoli negozianti spremuti da politiche ostili, vessati dalle tasse, ed in balia di una città sempre più pericolosa.Basta agli sprechi di questa amministrazione che nel sociale butta milioni di euro con contributi a pioggia che non risolvono i problemi. Il welfare va completamente rivisto: troppe persone rimangono escluse da diritti sacrosanti, mentre vengono aiutati i soliti pochi. Interventi sugli edifici comunali lasciati all’abbandonoaffinché non siano più dormitori abusivi e ricettacolo di sbandati. Rivedere le corse degli autobus cittadini, per aumentarne la copertura e decongestionare il traffico. Grazie ai tesori della nostra città, promuovendo arte, cultura ed il comparto eno-gastronomico per massimizzare le ricadute economiche per le nostre attività”. “A margine questo e molto altro, ben ripreso nel programma elettorale –hanno detto in chiusura gli esponenti di Forza Italia- immediati interventi per cambiare rotta ad una città che è diventata troppo insicura e ridare tranquillità ai piacentini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento