Forza Italia di Piacenza: «Avanti con Barbieri». Ma da Bologna si precisa: «Nulla ancora deciso»

Botta e risposta tra la segreteria provinciale di Forza Italia riunitasi nel pomeriggio del 29 marzo e la segreteria regionale del partito

Jonathan Papamarenghi

Ore di tensione nel centrodestra locale. Il caos scatenato dalle indiscrezioni raccolte sulla quasi ufficialità della candidatura di Patrizia Barbieri, ha provocato la stizzita reazione della segreteria regionale di Forza Italia, che ha cambiato idea, decidendo di appoggiare Massimo Trespidi. Il dietrofront di Bologna, a sua volta, ha seminato il panico nei militanti di Forza Italia del Piacentino, che puntano decisi su Barbieri. Ora arriva la presa di posizione degli iscritti e simpatizzanti di Forza Italia della città di Piacenza, che ritornano sull’argomento.

«Gli iscritti ed i simpatizzanti di Forza Italia, nonché la sua classe dirigente di Piacenza, convocati nella giornata di martedì 29 dal Responsabile Provinciale Jonathan Papamarenghi, nel prendere atto delle ultime motivate indicazioni della direzione nazionale di Forza Italia ed altresì dei risultati dell'autorevole sondaggio conoscitivo effettuato sul territorio, confermando la stima per tutti i diversi esponenti oggetto del citato sondaggio, hanno ufficializzato l'appoggio all'avvocato Patrizia Barbieri quale candidata di coalizione del centrodestra a sindaco della città di Piacenza. Gli stessi, rifacendosi anche ai dati del sondaggio commissionato, ritengono di accogliere con realismo politico e soddisfazione, l'indicazione dell'avvocato Patrizia Barbieri, persona stimata per le doti professionali e l'esperienza politico-amministrativa, e si impegneranno ad appoggiare costruttivamente la sua candidatura. Nel contempo i medesimi iscritti, simpatizzanti e la classe dirigente del movimento politico ribadiscono la necessità di una forte coalizione unita per portare al governo della città un candidato di centrodestra, auspicando quindi che tutti gli autorevoli esponenti del mondo di centrodestra da sempre impegnati sul territorio, nessuno escluso, cooperino uniti per il bene di Piacenza. I medesimi pertanto ribadiscono l'appoggio all'Avvocato Barbieri quale unico possibile candidato sindaco della coalizione».

La segreteria regionale rilancia: «Non è stato deciso ancora nulla»

«Al di là delle polemiche pretestuose e degli annunci errati non c’è ad oggi un candidato sindaco  condiviso e deciso dalle forze politiche di centrodestra.  Il Tavolo nazionale si riunirà martedì prossimo ed il Presidente Berlusconi è stato ampiamente informato. I veti che Forza Italia aveva posto su Trespidi sono caduti nel momento in cui si è verificato che lo stesso non ha sostenuto il Si al referendum ma convintamente ha votato NO. La Signora Barbieri non ha mai usato la cortesia di contattare il coordinamento regionale di forza Italia fino alla sera di lunedì quando e'stata chiamata dall'on Palmizio.  Se sarà scelta l'avv. Barbieri bene, se sarà scelto il prof. Trespidi bene. Siamo da sempre, noi a differenza di altri, persone di Forza Italia. Quello che è contestato oggi è il modus operandi  della Lega che lancia candidati a caso senza occuparsi degli alleati. In Emilia  sono 5 i comuni a doppio turno che vanno al voto e Lega Nord vuole i suoi uomini/donne su quasi tutti questi comuni, tranne dove non riesce a fare la lista . In riferimento poi al comunicato del Coordinatore Provinciale trovo sia stato inutile e superfluo alla luce di quanto sopra comunicato. Papamarenghi avrebbe potuto fare una telefonata al coordinamento regionale o al vicecoordinatore Callori anziché disturbare i 161  tesserati della città di Piacenza che presumiamo siano accorsi tutti quanti alla riunione convocata in fretta e furia nel primo pomeriggio di oggi per contestare quanto non è ancora stato deciso». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento