Forza Nuova, "Dosi si dissoci da Renzi"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

"Il sindaco Dosi, invece di scrivere  tardivamente al Presidente del Consiglio Renzi per richiedere  misure idonee a consentire di poter continuare a promuovere la cultura della legalità al territorio,   si faccia promotore di una grande manifestazione volta a chiedere al governo più agenti e mezzi per le forze dell'ordine". "La questione che riteniamo grave" dichiara Matteo Cordani, coordinatore provinciale di Forza Nuova Piacenza, " è quella di aver fatto credere a tutti i cittadini residenti, di avere la città sotto controllo, di poter gestire il flusso migratorio e poter cambiare radicalmente sul tema sicurezza con strumenti per le integrazioni sociali culturali." "Sono tre  giorni ininterrotti"  prosegue la nota "che in prima pagina compaiono notizie di criminalità predatoria, a tutte le ore del giorno,  a danni di commercianti, truffe agli anziani e spaccio di droga." "Secondo  quanto è emerso durante i vari arresti"  recita Cordani "i malviventi, tutti di origine marocchina, risultavano essere già noti alle forze dell'ordine, alcuni dei  quali  senza fissa dimora col permesso di soggiorno, mentre  uno risultava essere stato precedentemente  espulso dall'Italia nel 2013 con accompagnamento alla frontiera."

"Chiediamo  al sindaco di dimostrare con i fatti la sua buona fede, dissociandosi dal diktat di Renzi e dai finti tagli che la politica di sinistra sta facendo a spese degli Italiani" e, conclude "l'auspicio è che chi intende candidarsi a sindaco della città di Piacenza, prenda le distanze da frange becere  e avverse  senza averne nemmeno la sufficiente credibilità."

FORZA NUOVA PIACENZA

Torna su
IlPiacenza è in caricamento