Foti: «Barbieri candidata alla presidenza della Provincia»

Il centrodestra sembra convergere sul sindaco di Piacenza come candidato alla presidenza della Provincia alle Elezioni del 31 ottobre. E i partiti della maggioranza smentiscono riunioni interne su un possibile rimpasto di Giunta in Comune

Il sindaco Patrizia Barbieri con il presidente uscente Francesco Rolleri

Il prossimo 11 ottobre scade il termine per la presentazione delle candidature alla presidenza della Provincia. Alle Elezioni Provinciali del 31 ottobre voteranno solo gli amministratori locali (sindaci e consiglieri comunali dei 46 comuni del Piacentino) per scegliere solo il presidente dell’ente di via Garibaldi (non si voterà per il Consiglio provinciale, che rimane in carica ancora qualche mese). Il centrodestra si presenta a questo turno nei panni del favorito per la successione al sindaco di Vigolzone Francesco Rolleri del Pd. Ha dalla sua la maggioranza dei sindaci e amministra i comuni più importanti del territorio (che hanno più peso alle Elezioni, il voto è ponderato in base alla popolazione dei comuni) come Piacenza, Fiorenzuola, Castelsangiovanni e Rottofreno.

Chi scegliere come candidato alla presidenza? Nei giorni scorsi ilPiacenza.it aveva ristretto il campo a due figure: il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri (che non ha voluto rilasciare dichiarazioni significative al riguardo) e quello di Fiorenzuola Romeo Gandolfi, che si è detto pronto in caso di chiamata da parte del centrodestra. Barbieri ci avrebbe pensato su, e sembrerebbe più vicina la sua candidatura. D’altronde in molte province italiane il presidente della Provincia – dopo la riforma Del Rio – è proprio il sindaco del comune capoluogo, Piacenza nel nostro caso. A confermare questa ipotesi è il parlamentare e consigliere comunale di Fratelli d’Italia Tommaso Foti, che è intervenuto per smentire una indiscrezione del quotidiano Libertà su un possibile rimpasto di Giunta nell’Amministrazione Barbieri: il sindaco non sarebbe contenta dell'operato di alcuni assessori e della distribuzione delle deleghe attuale. Smentendo la notizia di un incontro tra i vertici dei partiti del centrodestra sul rimpasto – incontro che anche a IlPiacenza.it risulta esserci stato - ha dato una ulteriore conferma sull’ipotesi di Barbieri come candidata presidente.

«Alcun esponente di Fratelli d'Italia – scrive Foti in una nota - ha partecipato a riunioni - carbonare e/o misteriose - aventi come argomento provvedimenti di stretta competenza del sindaco che, come legge prevede, nomina e revoca gli assessori. Non stupisce che aspiranti Mago Otelma di cortile si cimentino, con scarso successo, in un'attività all'evidenza loro non congeniale. Stupisce invece che tra tante frattaglie di banalità alcuno si sia preoccupato - chissà per come, chissà perché - di informare i media che Patrizia Barbieri è stata invitata dai movimenti politici del centrodestra a candidarsi a presidente della Provincia. Con estrema soddisfazione Fratelli d'Italia registra l'accettazione da parte sua a ricoprire anche detto incarico, che la renderà pertanto il portabandiera del centro destra alle elezioni provinciali del prossimo 31 ottobre». Lo stesso sindaco Barbieri nega l’indiscrezione di un rimpasto nella sua squadra di governo della città. In riferimento a quanto apparso stamani su "Libertà" a pagina 15 ("Rimpasto, accordo coi partiti: ma a frenare c'è il nodo dei sostituti"), il sindaco Patrizia Barbieri precisa quanto segue. «Il sindaco, che è stato eletto con suffragio ben più ampio di quello dei partiti che lo hanno sostenuto, ha sempre detto e ribadisce che risponde del suo operato ai cittadini e solo a questi ultimi. Non intende dunque perdere tempo per rispondere ad illazioni e notizie del tutto inventate che pifferai, neppure magici, diffondono. Il sindaco non si è mai fatta condizionare nella‎ sua azione professionale e amministrativa: non sarà perciò di certo il vociare di un loggione ad indirizzarla in un senso o nell'altro. Ha sempre detto e ribadisce che il suo servizio alla città si sarebbe svolto nel pieno della trasparenza e del rispetto per le persone e le istituzioni, che per altro pettegolezzi da comari continuamente mortificano. Se e quando il Sindaco dovesse assumere una qualsiasi iniziativa nell'ambito dei poteri che la legge le riserva, lo farà con lo stile che le appartiene, con buona pace di tutti».

«A nome del Movimento politico di Forza Italia – fanno sapere il commissario Provinciale di Forza Italia Jonathan Papamarenghi e il capogruppo in Comune Sergio Pecorara - si smentisce quanto diffuso in data odierna come “indiscrezione”.  Forza Italia è una componente della coalizione che sostiene l’Amministrazione Comunale di Piacenza e in quanto tale conferma e ribadisce la totale fiducia nell’operato del Sindaco Barbieri il quale, da sempre, ha mostrato come autorevolezza e capacità decisionale appartengano indiscutibilmente al suo stile operando, nell’interesse esclusivo di Piacenza e dei Piacentini, nel pieno delle competenze e delle facoltà fornitele dalla Legge. Nessun esponente forzista, pertanto, ha partecipato a riunioni, per di più in “luoghi segreti”, in cui si discutesse di provvedimenti di esclusiva competenza e responsabilità del sindaco».

«Non ho mai partecipato a riunioni segrete». Anche il commissario provinciale della Lega Corrado Pozzi smentisce le voci di un incontro “carbonaro” tra i partiti di centrodestra per discutere di eventuali rimpasti della giunta comunale. «Abbiamo fatto una riunione per discutere su un probabile candidato per la presidenza della Provincia - spiega Pozzi - Le decisioni sul futuro della giunta comunale non spetta ai partiti, ma solo al sindaco - conclude Pozzi - Per cui non abbiamo mai organizzato un incontro in questo senso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento