menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foti e Opizzi

Foti e Opizzi

Foti e Opizzi: «Rifiuti della Liguria smaltiti nella nostra regione. Dosi si opponga»

Foti e Opizzi (FdI)«L'Emilia-Romagna si dichiara disposta ad accogliere i rifiuti che la regione Liguria non è in grado di smaltire. Il pericolo vero è poi quello di vedere concentrata l'azione di smaltimento dei rifiuti nell'area emiliana, a partire da Piacenza e Parma»

"Approfittando della calura estiva e delle fatali distrazioni che precedono il periodo feriale, con tattica sorniona e diplomazia curiale, l'Emilia-Romagna si dichiara disposta ad accogliere i rifiuti che la regione Liguria non è in grado di smaltire. Peccato che, geografia alla mano, si evoca il territorio emiliano-romagnolo, ma il pericolo vero è poi quello di vedere concentrata l'azione di smaltimento dei rifiuti nell'area emiliana, a partire da Piacenza e Parma", lo sostengono Tommaso Foti ed Erika Opizzi, consiglieri comunali di Fratelli d'Italia, in un'interrogazione rivolta al Sindaco Dosi. 

"Se si pensa che noi si taccia di fronte ad una simile evenienza per ragioni di solidarietà politica (essendo la Liguria da pochi giorni governata dal centrodestra) ci si sbaglia e di grosso - aggiungono i consiglieri di FdI - anche perché non è minimamente accettabile che Piacenza diventi l'approdo naturale di tutte le emergenze liguri."

"Già una gestione rassegnata e troppo morbida della vicenda del Brugneto - dicono Foti e Opizzi - ci ha portato a cedere a Genova l'acqua quando la stessa serve al territorio piacentino e la situazione di questi giorni ce lo conferma. Ci manca solo di mettere a disposizione l'impianto di Borgoforte per soddisfare l'emergenza rifiuti della Liguria e rimpinguare le casse di chi lo gestisce."

"A fronte di prolungati silenzi, che negli ultimi giorni, sono diventati assordanti è indispensabile esprimersi a riguardo. Non è più possibile accettare - continuano i consiglieri comunali di Fratelli d'Italia - che Bonaccini e soci vadano in giro per la Liguria a promettere di essere disponibili ad accogliere i rifiuti lì prodotti, senza che neppure una telefonata sia stata fatta ai rappresentanti istituzionali dei territori interessati."

"Alla luce di quanto sopra - concludono Foti e Opizzi - chiediamo al sindaco Dosi e alla giunta comunale di pronunciarsi chiaramente, ed in senso preventivo, esprimendo da subito e chiaramente la propria contrarietà a trattare a Piacenza i rifiuti liguri."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nell'ultima settimana contagi in calo del 33% nel Piacentino

  • Attualità

    A Ottone una via dedicata alla Giornata della Memoria

  • Cronaca

    Covid-19, altri 83 nuovi casi e sei decessi nel Piacentino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento