Foti (FdI-An): «Anziché chiudere Villanova, si riapra il cantiere a Fiorenzuola»

«Le migliaia di firme raccolte dai cittadini a difesa dell'ospedale di Villanova, per altro consegnate in mani interessate all'opposto quali l'assessore Venturi e il direttore generale Baldino, non hanno minimamente smosso quest'ultimo dalla convinzione che detta struttura vada chiusa». Lo afferma in una nota il consigliere regionale Tommaso Foti.

«Avevo sostenuto in Regione che tutto era già stato deciso, quanto meno da parte dei vertici dell'Ausl piacentina sull'ospedale di Villanova e, a distanza di poche poche, è arrivata la puntuale conferma che proprio questa è la proposta che dall'Ausl viene avanti. Certo condita di belle parole e altrettanto immaginifiche promesse ma la proposta di chiusura è e rimane questa».

«Così come continua la manfrina dei continui rinvii della ripresa dei lavori per la costruzione del nuovo blocco B dell'ospedale di Fiorenzuola, mentre a pochi chilometri prosegue a pieno ritmo la costruzione dell'ampliamento del Vaio in quel di Fidenza. Certo, con la scoperta dell'inquinamento del sottosuolo ove deve costruirsi - a dovere ingigantito, cosicché si continuino a paleggiare le competenze degli uni con gli altri, almeno finche' non verrà adita l'autorità giudiziaria  - ma anche con l'evidente superficialità mostrata quando la costruzione è stata avviata».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Ma tutto torna, perché il vero obiettivo è quello di eseguire fedelmente quanto altri hanno Bologna deciso. E se così non è allora la conferenza socio-sanitaria si dimostri coesa nel respingere una proposta, quale quella del dr. Baldino, che mira solo ad ottenere il divide et imperat: un obiettivo che sicuramente va scongiurato perché quelle che oggi vengono vendute come opportunità domani si mostreranno mele avvelenate. Anziché porre al primo punto del suo agire la chiusura dell'ospedale di Villanova, il direttore generale dell'Ausl, si preoccupi di porvi il riavvio del cantiere per la costruzione del blocco B dell'ospedale di Fiorenzuola. E' così che si mostra  di rendere competitiva la sanità pubblica nella nostra provincia, anziché mortificarla nelle funzioni e privarla di strutture».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella notte: muore un uomo, ferita una 40enne

  • Trovato morto vicino al suo camion, indagini in corso

  • Rischia di annegare in una piscina da giardino, bimbo di 2 anni gravissimo

  • Furti nei magazzini della logistica piacentina, maxi blitz all'alba con quaranta arresti

  • Dalla logistica la merce rubata finiva in negozi compiacenti: 14 persone in carcere

  • Dopo sei anni incontra per caso l'uomo che la rapinò e ferì con un cacciavite e lo fa denunciare

Torna su
IlPiacenza è in caricamento