Foti (Fdi-An): «La Regione riveda la riforma del sistema del governo regionale e locale»

Il "no" al referendum costituzionale ha confermato ruolo e funzioni delle Province, ricorda il consigliere, che chiede alla Giunta "di sollecitare il Governo a una revisione della ‘legge Del Rio'” e “di predisporre una modifica della riforma del sistema di governo regionale e locale dell’Emilia-Romagna approvata nel 2015"

Tommaso Foti

Tommaso Foti (Fdi-An), in una risoluzione presentata in Regione, chiede alla Giunta di intervenire nei confronti del Governo affinché predisponga un disegno di legge di modifica della Legge 7 aprile 2014, n. 56, la cosiddetta ‘legge Del Rio’, affinché vengano rivisti il ruolo e le funzioni delle Province e ripristinata l’elezione diretta degli organi istituzionali e di governo. Foti, inoltre, alla luce del risultato del referendum costituzionale dell’anno scorso che, di fatto, ha lasciato inalterato lo status delle Province, chiede all’esecutivo regionale di presentare un progetto di legge di modifica della riforma del sistema di governo regionale e locale dell’Emilia-Romagna. Una riforma istituzionale che – secondo il consigliere – ha inciso in modo sostanziale sulle Province emiliano-romagnole. Il capogruppo di Fdi-An spiega come “al contrario di quanto avvenuto nella maggioranza delle altre Regioni, l’Emilia-Romagna ha dato piena attuazione al comma 144 della riforma Del Rio, non limitandosi a operare solo un trasferimento di funzioni e personale dalle Province ad altri enti del territorio, ma modificando le norme regionali fino ad allora vigenti”. Infine, aggiunge Foti, “l’articolo 6 della legge regionale n.13/2015 stabilisce in tre mesi (ottobre 2015) il termine entro il quale la Regione e le Province sono chiamate ad adottare indirizzi comuni per la realizzazione di progetti di ‘sperimentazione istituzionale di area vasta’ che, però, – incalza Foti – ad oggi non sono stati mai definiti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento